UBS e Art Basel. Il matrimonio svizzero lungo 25 anni tra una mega banca e una mega fiera

Report, grandi installazioni, vip lounge. 25 anni di progetti insieme: UBS, lead partner, e Art Basel festeggiano le nozze d’argento. Le immagini dalla collectors lounge

Installation view of UBS Lounge with works from the UBS Art Collection, courtesy of the artist Carlos Cruz Diez (c) Cruz Diez Adagp 2018

Similmente a quanto accade nei festival cinematografici, anche nel mondo dell’arte si vanno sempre più formalizzando i livelli di privilegio, legati soprattutto alla capacità di spesa e al “potere” detenuto nello stesso artworld. Questa formalizzazione consiste nel possedere un VIP card, innanzitutto, ma poi bisogna vedere di quale colore è. Così, anche la corazzata Art Basel prevede step successivi, fino al top, grazie al quale – fra i tanti privilegi – si può entrare all’interno della UBS Lounge, una sorta di privé all’interno della già esclusiva Collectors Lounge situata al secondo piano del padiglione fieristico.

UBS E ART BASEL: UN SODALIZIONE LUNGO 25 ANNI

Perché proprio UBS si incarica di coccolare i top collector? È presto detto: la banca svizzera è “lead partner” della fiera basilese da ben venticinque anni. Una relazione iniziata nel 1994 con il supporto dei servizi finanziari e resa più solida nel 1999, quando UBS inizia a sostenere la sezione Unlimited della fiera, quella dedicata alle opere museali e monumentali. A stretto giro, nel 2002 e nel 2014 l’affiancamento è proseguito nelle avventure di Art Basel rispettivamente a Miami Beach e Hong Kong. Infine, durante l’edizione 2016 della fiera a Basilea, è stato annunciato un nuovo step della collaborazione: Art Basele UBS avrebbero infatti da allora redatto insieme il Global Art Market Report, l’ultimo dei quali è stato pubblicato lo scorso marzo a firma di Clare McAndrew.

UBS E L’ARTE

Banca d’affari fra le più importanti al mondo, UBS ha da sempre un occhio puntato sull’arte, e su quella contemporanea in particolare. Lo dimostra la collezione corporate, nata negli Anni Sessanta e consistente in qualcosa come 35mila opere, in buona parte distribuite nelle ottocento sedi del gruppo in ogni angolo del globo.
D’altro canto, l’azienda collabora e sostiene attivamente una serie di musei. In primis il Solomon R. Guggenheim Museum di New York, con il quale ha sviluppato la Guggenheim UBS MAP Global ArtInitiative; e poi la Fondazione Beyeler di Basilea/Riehen, il Nouveau Musée National di Monaco, il Louisiana Museum di Humlebæk (dove, fino al 19 agosto, è in corso una importante mostra di Ed Ruscha che vede esposti ben 54 lavori provenienti dalla UBS Art Collection), la Deichtorhallen ad Amburgo, il Museo del Palacio de Bellas Artes di Città del Messico, l’Art Gallery of New South Wales a Sydney e – last but not least – la Galleria d’Arte Moderna di Milano.

LA LOUNGE DI CARLOS CRUZ-DIEZ

Tornando alla lounge firmata UBS, all’interno è allestita una personale di Carlos Cruz-Diez, artista venezuelano classe 1923. Fatta eccezione per l’opera effimera che si trova sulla terrazza, il resto dei lavori proviene dal monumentale progetto che l’artista sviluppò per la sede zurighese di UBS negli Anni Settanta. Un intervento che si sviluppava nella hall, nei corridoi e negli spazi comuni dell’edificio di Flurstrasse, realizzato in stretta collaborazione con gli architetti e che connotava precisamente il luogo con il suo cromo-cinetismo. Un’opera complessiva che costò ben quattro anni di lavoro, dal 1975 al 1979, come ci ha raccontato Ewa-Maria Staszewska, manager della UBS Art Collection.
In seguito all’abbattimento dell’edificio, alcune delle opere vennero inevitabilmente distrutte, ma la parte preponderante del corpus fu salvato e immagazzinato. E ora, grazie all’intervento di restauro eseguito insieme allo studio dell’artista, trovano parzialmente spazio nella UBS Collectors Lounge. Peccato che in questa occasione le possano vedere soltanto gli happy few con patrimoni a sei zero. Ma, se abbiamo bene inteso, questo era solo un assaggio in vista di una mostra museale.

https://www.ubs.com/microsites/art_collection/home/

 

Dati correlati
AutoreEd Ruscha
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.