Chiostro del Bramante offre a 5 giovani la possibilità di affiancare Danilo Eccher e il suo team

L’istituzione romana offre a 5 giovani l’opportunità di partecipare in prima persona all’ideazione, all’allestimento e allo sviluppo di una mostra d’arte contemporanea. Ecco i dettagli della call gratuita…

Chiostro del Bramante
Chiostro del Bramante

Artribune è sempre attenta a monitorare nuove opportunità professionali o formative da segnalare ai lettori grazie alla sezione Artribune Jobs, dedicata alle offerte di lavoro nel mondo dell’arte e ai bandi da tenere d’occhio. Una nuova opportunità formativa arriva da Roma ed è rivolta a tutti i ragazzi che vogliono misurarsi con l’ideazione, l’allestimento e lo sviluppo di un progetto espositivo.

LA CALL

Danilo Eccher
Danilo Eccher

Il Chiostro del Bramante ha indetto una open Call gratuita rivolta a cinque ragazzi tra i 23 e i 35 anni che potranno entrare a far parte per un mese del team di lavoro della prossima mostra. Coerentemente con gli standard dei grandi musei europei che prevedono percorsi formativi offerti gratuitamente a studenti e laureati, l’iniziativa, intitolata “Open Call 2018: Arte come Esperienza”, offre la possibilità di affiancare il team guidato da Danilo Eccher per la terza mostra legata all’arte contemporanea dopo Love. L’ arte incontra l’amore e Enjoy. L’ arte incontra il divertimento che sarà inaugurata a fine settembre. “Ogni mostra è una opportunità, per gli artisti, per il curatore e per il pubblico. Questa l’idea da cui è nata l’open call per il percorso formativo promosso da Chiostro del Bramante per Dream. Un’occasione che permetterà l’esperienza diretta delle fasi di costruzione di un grande progetto artistico, con la possibilità di assistere e partecipare a un racconto espositivo. Un’opportunità che si sviluppa dalla convinzione che l’esperienza diretta si trasformi in conoscenza, tanto più a contatto con i più grandi protagonisti dell’arte contemporanea del mondo”, ha spiegato Danilo Eccher.

I TERMINI DEL BANDO

Possono partecipare alla call persone di ogni nazionalità di età compresa tra i 23 e i 35 anni che abbiano conseguito la laurea magistrale e che abbiano un’ottima conoscenza della lingua inglese. Le domande di partecipazione e i curricula dovranno essere inviati alla mail [email protected] specificando nell’oggetto OPEN CALL 2018. Saranno selezionate, entro il 16 luglio, 5 persone che affiancheranno full-time il team curatoriale per tutto settembre 2018. Non è prevista nessuna retribuzione. Tutte le informazioni a questo link.

– Mariacristina Ferraioli

 

Dati correlati
CuratoreDanilo Eccher
CONDIVIDI
Mariacristina Ferraioli
Mariacristina Ferraioli è giornalista, curatrice e critico d’arte. Dopo la laurea in Lettere Moderne con indirizzo Storia dell’Arte, si è trasferita a Parigi per seguire corsi di letteratura, filosofia e storia dell’arte presso la Sorbonne (Paris I e Paris 3). Ha conseguito il Master in Organizzazione e Comunicazione delle Arti Visive presso l’Accademia di Belle Arti di Brera. Ha vinto la Residenza per Curatori della Dena Foundation for Contemporary Art presso il Centre International d’Accueil et d’Echanges des Récollets di Parigi. Ha lavorato al Centre Pompidou collaborando alla realizzazione della mostra “Traces du Sacré” e ha pubblicato un testo critico sul catalogo della mostra. Ha coordinato l’ufficio Master dell’Accademia di Belle Arti di Brera e ha curato mostre sia in Italia che all’estero. Redattrice di Artribune, collabora stabilmente con Cosmopolitan Italia e Icon Design. Sta conseguendo un dottorato in Comunicazione e mercati: Economia, Marketing e Creatività presso l’Università Iulm di Milano ed è docente a contratto presso diverse istituzioni tra cui l’Accademia di Belle Arti di Brera.