The Blank ArtDate. A Bergamo torna il festival di arte contemporanea: 6 eventi da non perdere

Con oltre 30 appuntamenti, 45 artisti e 5 istituzioni coinvolte, inaugura l’VIII edizione del festival del network delle realtà culturali di Bergamo. Il tema di quest’anno è Frequenze. Tra audio, video, performance e talk ecco 6 eventi top da non perdere

ArtDate 2018
ArtDate 2018, Bergamo Film Meeting, Cartoni Animati in corsia, Chemion versus Osteosarcom

Torna a Bergamo per la sua ottava edizione The Blank ArtDate, il lungo weekend dedicato all’arte contemporanea. Tre giorni, da venerdì 25 a domenica 27 maggio, per godersi una sfilza di proposte in fatto di mostre ed eventi, di musei, gallerie e spazi non profit, con oltre 30 appuntamenti, 45 artisti e 5 istituzioni coinvolte. Un vero e proprio festival di arte contemporanea organizzato, come di consueto, da The Blank, un’associazione nata a Bergamo nel 2010 con l’intento di diffondere e ampliare la passione per il contemporaneo, diventando prima di tutto un network che riunisce e promuove, anche attraverso questa iniziativa, le realtà culturali del territorio bergamasco, istituzioni pubbliche e private, musei, gallerie e project space. Il tema di quest’anno è Frequenze,che allude al numero di volte in cui un evento si ripete nella sua dimensione temporale, alla percezione del suo movimento, alla partecipazione ad un’attività. The Blank ArtDate si concentrerà, così, su quegli artisti che utilizzano nella loro pratica forme artistiche e mezzi espressivi quali audio, video, performance e talk. Ecco a voi una selezione degli eventi principali.

– Claudia Giraud

http://www.theblank.it/artdate/

1. THE BLANK DECODER: VIDEOARTE IN OSPEDALE

Yuri Ancarani, Da Vinci, 2012

Novità di questa edizione è il coinvolgimento dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII come sede di un’intera sezione del festival appositamente ideata: The Blank Decoder. Decoder è il luogo in cui le frequenze vengono decodificate e presentate in forma di video d’artista: con due cicli di proiezioni verranno proposti al pubblico di ArtDatee a tutte le persone che vivono l’ospedale i lavori di quattro artisti di livello internazionale: Yuri Ancarani, Oscar Giaconia, Hanne Lipparde Driant Zeneli. Indagando il tema delle frequenze secondo declinazioni anche molto distanti (la percezione visiva, la visceralità, la speranza emotiva, il lavoro dell’uomo), le quattro opere concorrono a rendere il palinsesto di Decoder esaustivo della complessità del tema che dà il titolo all’intero Festival, oltre a fornire al pubblico abituale dell’ospedale un accesso ad una pratica fondamentale dell’arte contemporanea, la videoarte.

25 maggio // dalle ore 19.30 alle 20.30
THE BLANK DECODER: YURI ANCARANI
proiezione del video “Da Vinci”, 2012
Ospedale Papa Giovanni XXIII – Auditorium Parenzan, Piazza OMS, 1
26 maggio 2018 // dalle ore 21 alle 22

THE BLANK DECODER: OSCAR GIACONIA, HANNE LIPPARD, DRIANT ZENELI

proiezione dei video
– Oscar Giaconia, “Sexual Clumsiness of an Amphibious Machine” (2017)
– Hanne Lippard, “Beige” (2012)
– Driant Zeneli, “It would not be possible to leave planet earth unless gravity existed” (2017)
Ospedale Papa Giovanni XXIII – Auditorium Parenzan, Piazza OMS, 1

2. CARTONI ANIMATI IN CORSIA E MAIK HAGENS

ArtDate 2018, Bergamo Film Meeting, Cartoni Animati in corsia, Chemion versus Osteosarcom

Sempre all’interno dell’ospedale, Bergamo Film Meeting propone la visione di Cartoni Animati in Corsia che l’associazione AVISCO realizza dal 2012 all’Ospedale dei Bambini – Spedali Civili di Brescia. E poi un focus sull’artista e animatore olandese Maik Hagens, con la proiezione di tutti i suoi lavori, in particolare lo straordinario To Lose One’s Way, che affronta il difficile tema dell’Alzheimer.

26 maggio
Cartoni animati in corsia e Animated Frequencies con Focus Maik Hagens
Ospedale Papa Giovanni XXIII – Auditorium Parenzan, Piazza OMS, 1

3. JAN FABRE NELLA COLLEZIONE BANCA POPOLARE DI BERGAMO

Jan Fabre, Cicade in het uur blauw, Bergamo Collezione UBI Banca

La prima giornata di The Blank ArtDatesi apre con l’inaugurazione di INV., il corridoio dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII dedicato al lascito della storica Galleria Fumagalli e Art Up,un’iniziativa di carattere culturale con cui UBI Banca – partner storico dell’associazione – intende offrire alla clientela un incontro ravvicinato e “guidato” con le opere della sua collezione d’arte antica e contemporanea: presso la Sede di Piazza Vittorio Veneto sarà visibile la serie Cicade in het uur blauw(2014) di Jan Fabre, mentre alle 15.00 la Banca propone, condotta da Enrico De Pascale, la visita guidata alle opere esposte nel Salone della Sede, tra cui lavori di Peter Halley, Richard Sympson, Yan Zhi, John Armleder.

4. LA PERFORMANCE SUL SONNO DI MATTEO NASINI A PALAZZO TERZI

Matteo Nasini, The Tesseract, American Academy in Rome, Installation view Photo Altrospaziophoto.com

La seconda giornata di The Blank ArtDate si apre con la performance di Matteo Nasini, Sparkling Matter, organizzata nella cornice settecentesca di Palazzo Terzi e resa possibile grazie alla collaborazione di Clima Gallery (Milano). Con il suo progetto Sparkling Matter, già portato in mostra nelle sue varianti a Marselleria (New York), Biennale di Venezia, Clima Gallery (Milano), Galleria Nazionale di Roma e MACRO (Roma), Matteo Nasini si propone di dare forma all’attività cerebrale durante il sonno. Attivando questo processo attraverso la raccolta di dati provenienti dall’attività cerebrale nel sonno, grazie all’utilizzo di elettrodi connessi al dormiente, Nasini ha più volte trasposto questa ricerca di tipo scientifico in una forma visualizzabile o udibile attraverso performance, installazioni sonore, scultura.

26 maggio // dalle ore 11 alle 13
Sparkling Matter: Matteo Nasini
Palazzo Terzi, Piazza Terzi, 2

5. LA VISITA GUIDATA DI TEA ANDREOLETTI CHE REINTERPRETA LE ARCHITETTURE DELLA CITTÀ

Silvia Tea Andreoletti, In primo luogo, Fondazione Pistoletto, mostra personale per Diogene, 2017

Nella mattinata di domenica 27 maggio avrà luogo Abbiate Fede, Credereteun’inedita performance di Tea Andreoletti. L’artista, nell’intervento per ArtDate, offrirà una visita guidata che narra di leggende reinterpretando le architetture della città. Il tour si concluderà con l’apertura speciale della chiesa di S. Grata in via Arena. L’artista ha scelto di raccontare leggende perché si svincolano da date e fatti precisi e rendono gli ascoltatori disposti ad accogliere per vero le nozioni di chi li guida. Questa visita guidata permetterà di credere, tutti insieme, a nuove leggende e farà fare esperienza diretta con ciò che resta della storia che ha plasmato gli spazi della città.

27 maggio // dalle ore 11 alle 11.45
Tea Andreoletti: Abbiate Fede, Crederete
Palazzo della Misericordia, via Arena 9, Città Alta
Apertura straordinaria della Chiesa S. Grata
Prenotazione obbligatoria:[email protected]

6. MENU D’ARTISTA DI SISSI NELLA SEDE DI THE BLANK

Sissi Aiuola delle delizie, 2004

Il Festival si conclude con il The Blank Kitchen di Sissi, Onnivora Palette, organizzato nel cortile della storica Residenza di The Blank in via Quarenghi: per l’occasione l’artista ideerà un menu che verrà preparato da uno chef e servito secondo un allestimento pensato dall’artista.

27 maggio // ore 19.30
The Blank Kitchen di Sissi, Onnivora Palette
The Blank, via Quarenghi, 50

 

Dati correlati
AutoriJan Fabre, Matteo Nasini, Tea Andreoletti, Sissi
CuratoreYurI Ancarani
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è responsabile dell'area Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica musicale "Art Music". E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).