Nulla lasciato al caso. D.D. Trans a Milano

Loom Gallery, Milano – fino al 18 marzo 2018. Frank Tuytschaever, artista belga conosciuto con lo pseudonimo di D.D. Trans, arriva per la prima volta in Italia con una sua personale ospitata dalla giovane galleria milanese.

Quante volte diamo per scontato l’uso, la forma e i colori di quegli oggetti che abbiamo spesso sotto i nostri occhi? Quante volte consideriamo superficiale la scelta di una composizione su una parete bianca? La molteplicità stratificata delle risposte trova la propria formalizzazione nel momento in cui si varca la soglia della Loom Gallery.
Un tasto con la scritta end dà inizio alla mostra Sur Place, esprimendo sin da subito l’umorismo giocoso di D.D. Trans (Tielt, 1963; vive ad Anversa). L’intera esposizione si configura come una serie di rebus visivi, forme semplici create con materiali comuni, la cui addizione di significati porta a una riflessione: essere semplici non coincide con l’essere semplicisti. Ne è un esempio l’opera Heart (noir), un cuore formato da due fascette di plastica autobloccanti che definiscono un giunto inscindibile, se non attraverso la rottura violenta. Le opere sono oggetti decontestualizzati che assumono un significato intimo, ricondotto alla configurazione scelta dall’artista.

Simona Cioce

Questo testo è stato realizzato durante il corso di Critical Writing del Biennio di Arti Visive e Studi Curatoriali NABA – Nuova Accademia di Belle Arti.

Evento correlato
Nome eventoD.D. Trans - Sur Place
Vernissage25/01/2018 ore 19
Duratadal 25/01/2018 al 25/02/2018
Autore D.D. Trans
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoLOOM GALLERY
IndirizzoVia Marsala, 7 20121 - Milano - Lombardia
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.