Ritmo e opere. Vincenzo Frattini a Pietrasanta

Galleria Giovanni Bonelli, Pietrasanta ‒ fino all’11 febbraio 2018. I nuovi spazi espositivi della galleria toscana ospitano “Opere in Ritmo”, mostra personale di Vincenzo Frattini, a cura di Maria Letizia Paiato.

Così come suggerito dal titolo, Opere In Ritmo, la mostra – che si configura come punto di arrivo e di ripartenza – presenta circa venti lavori ascrivibili a tre serie pittoriche differenti ma complementari. In un contrappunto ritmicamente cadenzato, esse vanno ad alterare, secondo un duplice registro interattivo, le superfici cromatiche dell’opera che sbilancia lo spazio espositivo, riscrivendo in un certo qual modo le relazioni metrico-percettive esistenti tra le opere stesse e i volumi post-industriali della galleria.
Dopo aver metabolizzato i dettami dell’Astrazione Geometrica del primo Novecento, ibridandone le suggestioni con quelle derivanti dalle esperienze della Pittura Analitica e appropriandosi delle forme care al Minimalismo, Vincenzo Frattini (Salerno, 1978) sviluppa un linguaggio assai personale, capace di situarsi tra pittura e scultura attraverso un gioco elegante di colori e forme che a vicenda si realizzano.

‒ Gino Pisapia

Evento correlato
Nome eventoVincenzo Frattini - Opere In Ritmo
Vernissage15/12/2017 ore 19
Duratadal 15/12/2017 al 27/01/2018
AutoreVincenzo Frattini
CuratoreMaria Letizia Paiato
Generiarte contemporanea, inaugurazione, collettiva
Spazio espositivoGALLERIA GIOVANNI BONELLI
IndirizzoVia Nazario Sauro 56 - Pietrasanta - Toscana
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Gino Pisapia
Classe 1981, Gino Pisapia è critico d’arte e curatore indipendente, indaga e si occupa di ricerca sulle ultimissime esperienze artistiche, vive e lavora a Firenze. Nel 2006 si è laureato in Storia dell'arte Contemporanea all'Università di Napoli, nel 2007 ha conseguito un master in Management dei Beni Culturali promosso dalla Regione Campania. Ha ideato e realizzato progetti di didattica museale integrata, nel 2008 ha scritto e diretto il documentario Astrazione Napoletana sull'opera di Renato Barisani e dal 2007 al 2010 ha collaborato con la Galleria Lia Rumma di Napoli/Milano. Ha tenuto lezioni di storia dell'arte e fatto parte di varie giurie per l'assegnazione di premi legati alla cultura e all'arte contemporanea. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati tra cui Memories; vertigine [di]segno; Tempus edax rerum; Elements; Cleo Fariselli. I suoi contributi critici sono presenti in diverse pubblicazioni. Scrive per Exibart, ArsKey e Artribune.