500 vip al gala di fundraising del Maxxi, per accrescere la collezione del museo. Ecco chi c’era

Tra gli ospiti big della cultura, della moda, del cinema, imprese e istituzioni all’evento annuale di fundraising, il cui ricavato viene destinato ad arricchire la collezione pubblica del museo.

MAXXI Acquisition Gala Dinner 2017
MAXXI Acquisition Gala Dinner 2017

Anche quest’anno l’Acquisition Gala Dinner del Maxxi ha richiamato a Roma 13 novembre oltre 500 persone – tra big della cultura, della moda, del cinema, imprese e istituzioni – per l’evento annuale di fundraising, il cui ricavato viene destinato ad arricchire la collezione pubblica del museo. Davvero gremita la galleria (anzi le gallerie visto che la cena si è dovuta svolgere in due spazi distinti) del museo romano tanto che “per il prossimo anno” ha scherzosamente anticipato Giovanna Melandri “già vi annunciamo che la cena la facciamo molto più… underground. Ovvero proprio nel nostro grande garage sotterraneo, così non dobbiamo dire di no ai tanti sostenitori che volevano stasera essere qui, darci un loro significativo contributo economico, e che invece abbiamo dovuto lasciare a casa”.
Una serata che ha coinciso con l’apertura delle grandi mostre autunnali del museo. Gli ospiti hanno potuto vedere con un giorno d’anticipo la grande mostra dedicata alla città di Beirut vista come cuore pulsante della scena artistica contemporanea (Home Beirut. Sounding The Neighbors), a cura di Hou Hanru e Giulia Ferracci, ascoltare la performance musicale degli artisti Tarek Atoui e Mazen Kerbaj; approfondire il rapporto tra gioiello, design e architettura (mostra-gioiello, proprio il caso di dirlo, a cura di Domitilla Dardi assieme a Antonella Villanova); e con l’anteprima mondiale dell’installazione Light di Michel Comte, potente e suggestiva, sul tema del riscaldamento globale. Il tutto condito da un menù pensato dalla chef Cristina Bowerman e giocato proprio sui rimandi tra cucina italiana e libanese. Una proposta quasi-fusion senza perdere di vista la tradizione mediterranea e una sorpresa finale in forma di dessert dello chef libanese Hussein Hadid, nipote di Zaha Hadid.
Tra i partecipanti di quest’anno, grandi nomi della moda e del design come Alcantara, ArmaniBulgariFendiGucciRatti–Gruppo Marzotto; i Premi Oscar Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo; il produttore Domenico Procacci con Kasia SmutniakSergio Castellitto e Margaret Mazzantini interessatissimi alla mostra sull’arte libanese e pronti a fare mille domande alle guide;  le attrici Carolina CrescentiniTea FalcoSarah FelberbaumIsabella Ferrari con Renato De MariaEliana MiglioIsabella RagoneseYvonne Sciò, il cantautore rivelazione Brunori Sas; l’autrice e conduttrice Tv Serena Dandini, il direttore di SKY Arte Roberto Pisoni; la giornalista Tv Myrta Merlino con Marco Tardelli e molti altri.
Voglio anticipare” ha annunciato la presidente Melandri ringraziando tutti gli ospiti “che stiamo per ultimare la costituzione dell’associazione americana degli amici del Maxxi” grandi applausi dal pubblico, assessori pentastellati invitati inclusi…  Ecco le immagini.

CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è responsabile dell'area Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica musicale "Art Music". E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).
  • Silvio

    Che orrore

  • Domanda

    Sarebbe interessante sapere quanto denaro è stato raccolto per le future acquisizioni, quanto è costato questo gala, chi l’ha pagato, quanto denaro hanno donato personaggi come Sergio Castellitto o Carolina Crescentini che solitamente sono pagati per qualunque uscita pubblica a cui partecipano. Il gioco vale la candela? O si è trattato solo dell’ennesima passerella di personaggi ai quali dell’arte contemporanea non importa nulla?