God “Bliss” Fischer. L’artista svizzero è in mostra a Roma

GBE Sant’Andrea De Scaphis, Roma – fino all’11 novembre 2017. Nel bene o nel male, Urs Fischer è tra gli artisti più chiacchierati degli ultimi tempi. Nell’occhio del ciclone a seguito del crollo accidentale di una sua statua-candela a Firenze, Fischer ne ha accettato la frantumazione, prima che il fuoco la sciogliesse naturalmente. Distruzione di un’opera anche a Roma, ma stavolta di natura dolosa.

Bliss è un’erma femminile alta quasi tre metri, rivolta verso quello che era l’antico altare della chiesa, divenuta sede della galleria. Di plastilina bianca, la statua è posta sopra un basamento, in cima al quale è possibile salire per agire su di essa.
Urs Fischer (Zurigo, 1973), in effetti, non offre un’opera finita alla contemplazione, piuttosto crea un evento e le condizioni per vivere un’esperienza: il visitatore ha la possibilità di diventare coautore del manufatto artistico, contribuendo alla continua trasformazione e definizione dello stesso. Così, è possibile modellare Bliss, staccarne dei pezzi e attaccarli altrove, scavarne l’interno e scoprirne i colori psichedelici. Bliss non è stata creata, si crea e allo stesso tempo si distrugge. Come in una sorta di palingenesi.

Francesca Mattozzi

Evento correlato
Nome eventoUrs Fischer
Vernissage26/09/2017 ore 18
Duratadal 26/09/2017 al 11/11/2017
AutoreUrs Fischer
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoGAVIN BROWN
IndirizzoVia dei Vascellari 69 00153 - Roma - Lazio
CONDIVIDI
Francesca Mattozzi
Francesca Mattozzi nasce nel 1983 a Colleferro. Il suo primo approccio alle arti è la musica: fin da piccolissima, infatti, suona il pianoforte. Successivamente comincia a studiare ginnastica ritmica, vincendo molti premi e riconoscimenti. Dal 2003 al 2005 frequenta l'Accademia Nazionale di Danza di Roma perfezionandosi nello studio del classico, del contemporaneo e del teatro danza. Completa i suoi studi a New York, dove vince una borsa di studio presso l'Alvin Ailey School e a Parigi per studiare nelle scuole più prestigiose. Ha lavorato sia in tv che in teatro con coreografi di fama internazionale come Luca Tommassini, Mauro Astolfi e Martino Müller. Ha studiato Storia dell'arte contemporanea alla Sapienza di Roma e si è specializzata con lode in Arte Contemporanea presentando una tesi sperimentale sull’identità. Nel 2013 collabora come operatrice museale nella mostra "Tales&Things" curata da Martina Adami e Maura Favero. Attualmente, oltre a interessarsi costantemente alle nuove ricerche artistiche, è impegnata in due musical: "Peter Pan the never ending story", dove ricopre il ruolo di Tiger Lily, e "Cinderella", dove interpreta Young Furiosa.