L’ultranatura del re delle aringhe. Massimiliano Amati a Roma

Galleria 291 Est, Roma – fino al 2 novembre 2017. UltraNatura è un’impressionante operazione calcografica realizzata interamente ad acquaforte, usando 120 matrici differenti. Una mostra peculiare, che rientra nel circuito della Roma Art Week 2017.

Massimiliano Amati. UltraNatura. Installation view at Galleria 291 Est, Roma 2017
Massimiliano Amati. UltraNatura. Installation view at Galleria 291 Est, Roma 2017

La serie UltraNatura, co-ideata e prodotta dal laboratorio d’incisione no toxic della Galleria 291 Est, è il primo lavoro interamente calcografico di Massimiliano Amati (1979), che l’arte trasfigura in “Re delle Aringhe”.
L’allestimento d’archivio la rende una mini Wunderkammer postmoderna, svelando il rituale osmotico che le sottende: dal disegno dell’artista su lastra di rame si passa alla morsura e infine alla stampa. Qui le suggestioni date dalla natura si rivelano in fusioni, tensioni e rotture, cristallizzate dall’incisione di singolari figure “organiche”. Visionario quanto sinottico, con reminiscenze nel dinamismo di Hermann Finsterlin, questo lavoro si rivela solo nella minuziosa e microscopica osservazione del tratto d’incisione, che permette di indugiare oltre il limite ‒ presunto ‒ con segni infiniti.
Un racconto minimalista, in bianco e nero, divenuto materiale di un omonimo libro figurativo, rilegato a mano, di corredo alla mostra: un’opera nell’opera che può essere soggetta a continue riconsiderazioni e ri-figurazioni da parte dello spettatore/lettore.

Rossella Della Vecchia

Dati correlati
AutoreMassimiliano Amati
CONDIVIDI
Rossella Della Vecchia
Rossella Della Vecchia, classe 1986, è specializzata con lode in Storia dell'Arte Contemporanea (cattedra di Carla Subrizi, La Sapienza) con la tesi “Trouble Every Day: Tous Cannibales, la voracità da tabù ad arte, dall’arte alla società”. Da sempre interessata all’arte come alla scrittura, e alla comunicazione in genere, scrive di cultura, politica e attualità. Storica dell’Arte, esperta SEO e freelance per vocazione, attualmente fa parte dell’ambito gestionale di Zon.it. Da marzo 2013 cura un personale blog sull’arte: ArtFriche Zone. “Soltanto quando il senso di associazione nella società non è più abbastanza forte da dare vita a concrete realtà, la stampa è in grado di creare quell’astrazione, il pubblico” (Dwight MacDonald).