Ytalia invade Firenze: oltre 100 opere d’arte contemporanea in mostra

L’ormai tradizionale appuntamento espositivo estivo promosso dal Comune di Firenze si focalizza quest’anno sull’Italia. Con 12 artisti in mostra e 9 prestigiose sedi del centro storico coinvolte.

mostra ytalia forte belvedere firenze foto Valentina Silvestrini
mostra ytalia forte belvedere firenze foto Valentina Silvestrini

Disteso su uno dei bastioni del Forte di Belvedere, il monumentale scheletro dell’opera “Calamità Cosmica” di Gino De Dominicis – eccezionalmente concesso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno – resterà probabilmente l’immagine simbolo di YTALIA. Energia Pensiero Bellezza. Tutto è connesso. In apertura il 2 giugno – “Vogliamo celebrare la festa della Repubblica con l’arte”, ha affermato il Sindaco Dario Nardella – l’attesa mostra dell’estate fiorentina riunisce dodici interpreti della scena contemporanea nazionale: oltre a quelle di De Dominicis, sono infatti presenti opere di Jannis Kounellis, Giovanni Anselmo, Marco Bagnoli, Domenico Bianchi, Alighiero Boetti, Luciano Fabro, Mario Merz, Nunzio, Mimmo Paladino, Giulio Paolini e Remo Salvadori. Dopo le personali di Giuseppe Penone, Antony Gormley e Jan Fabre, è stato confermato Sergio Risaliti come curatore dell’appuntamento promosso dall’amministrazione comunale, con il supporto organizzativo di Muse.e.

RITORNO A CASA

Un “ritorno in patria”, dopo le esperienze del biennio 2015/2016, condotto rinunciando a un “secco taglio storico” a favore di un’opportunità di connessione “con il contesto e con le storie, nel divenire delle poetiche del fare: dalle opere degli anni Sessanta fino a quelle site-specific di oggi.” Sebbene il nucleo più consistente delle oltre 100 opere selezionate per YTALIA sia visibile al Forte di Belvedere – per l’occasione anche gli ambienti del primo piano sono compresi nell’allestimento -, la mostra costituisce un’ulteriore attestazione della capacità di Firenze di “fare rete”. Oltre al Forte, anche Palazzo Vecchio, le Gallerie degli Uffizi con il Giardino di Boboli, il complesso monumentale di Santa Croce, il Museo Marino Marini e il Museo Novecento hanno aderito a questa “nuova grande sfida, in una città che rivendica ancora una volta di essere aperta alla storicizzazione e sperimentazione del contemporaneo”, come ha puntualizzato il Sindaco. In attesa di una lettura ampia e approfondita dei contenuti di YTALIA. Energia Pensiero Bellezza. Tutto è connesso, vi proponiamo intanto le immagini delle opere esposte al Forte di Belvedere.

 -Valentina Silvestrini

http://musefirenze.it/mostra-ytalia/

Evento correlato
Nome eventoYTALIA Energia Pensiero Bellezza. Tutto è connesso
Vernissage31/05/2017 ore 11 su invito
Duratadal 31/05/2017 al 01/10/2017
AutoriMimmo Paladino, Jannis Kounellis, Alighiero Boetti, Mario Merz, Giovanni Anselmo, Nunzio, Domenico Bianchi, Giulio Paolini, Gino De Dominicis, Luciano Fabro, Marco Bagnoli, Remo Salvadori
CuratoreSergio Risaliti
Generiarte contemporanea, collettiva
Spazio espositivoFORTE BELVEDERE
Indirizzovia di San Leonardo, 1 50100 - Firenze - Toscana
CONDIVIDI
Valentina Silvestrini
Architetto con specializzazione in allestimento e museografia, si è formata presso l’Università La Sapienza e la Scuola Normale Superiore di Pisa, dove ha frequentato il "Corso di alta formazione e specializzazione in museografia". Ha intrapreso il proprio percorso professionale in parallelo con gli studi, occupandosi di allestimenti museali, fieristici ed eventi.​ ​È stata assistente alla progettazione di mostre presso lo studio “Il Laboratorio srl” (Roma, 2004/2007); ha svolto un internship all’ufficio Eventi Speciali di Pitti Immagine srl (Firenze, 2008). All’ICE - Istituto nazionale per il Commercio Estero (Roma, 2008/2010) ha ricoperto il ruolo di assistente alla progettazione di layout espositivi e alla direzione lavori, recandosi in centri espositivi ​in Giappone, Russia e Germania. ​Ha curato il coordinamento eventi e ​la​​​ comunicazione​ della FUA - Fondazione Umbra per l’Architettura (Perugia, 2011)​.​ ​​​​​Ha scritto e scrive per ​Abitare, ​abitare.it, ​domusweb.it, ​Living, Klat, Icon Design, Grazia Casa e Cosebelle Magazine, di cui è caporedattrice design.​ ​Dal 2012 collabora con Artribune​.​