La rinascita di 150 beni di Piemonte e Valle d’Aosta con un bando. Selezione di 6 beneficiari

Dal 2003 il bando Restauri-Cantieri Diffusi della Fondazione CRT sostiene il recupero dei beni storici, artistici e architettonici del territorio. Quest’anno ne saranno restaurati 150 grazie all’assegnazione di 2,5 milioni.

Sono 150 i beni mobili e immobili di pregio che rinasceranno in tutto il Piemonte e la Valle d’Aosta grazie al bando Restauri Cantieri Diffusi della Fondazione CRT. “‘Restauri-Cantieri Diffusi’ sostiene capillarmente, da più di dieci anni, il restauro e il recupero dei beni storici, artistici e architettonici presenti sul territorio”, afferma il Segretario Generale della Fondazione CRT Massimo Lapucci: “un patrimonio del quale vogliamo garantire la tutela, il mantenimento e la fruizione da parte di fasce sempre più ampie di pubblico”. Dal 2003 a oggi, la Fondazione CRT ha, infatti, investito 37,5 milioni di euro per la rinascita del patrimonio storico, artistico e architettonico del Piemonte e della Valle d’Aosta, sostenendo finora 2.430 interventi. Il bando di quest’anno ha voluto favorire la fruibilità dei beni da parte di fasce sempre più ampie di pubblico, facilitare l’inserimento del patrimonio artistico-architettonico in specifici programmi di promozione turistica presenti sul territorio, incoraggiare il coinvolgimento attivo della comunità attraverso iniziative di raccolta fondi. Per farlo la Fondazione CRT ha assegnato 2,5 milioni di euro, guardando “con attenzione alla qualità dei progetti e alla loro sostenibilità e rilevanza per i territori di riferimento”, sostenendo così i lavori di restauro e il recupero dei beni mobili – tele, organi, statue, arredi lignei – e beni immobili, sottoposti a tutela, del Piemonte e della Valle d’Aosta. Ecco una selezione esemplificativa di alcuni progetti beneficiari del bando Restauri Cantieri Diffusi edizione 2017…

 

Claudia Giraud

 

1. CHIESA DEL SANTISSIMO SUDARIO DI TORINO

CHIESA DEL SANTISSIMO SUDARIO DI TORINO

A Torino un significativo contributo andrà al restauro e alla manutenzione straordinaria dei dipinti murali della volta della Chiesa del Santissimo Sudario: eccezionalmente i beni, patrimonio del Museo della Sindone (la cripta della chiesa ne ospita, infatti, il museo), potranno contare anche sul cofinanziamento dell’ente filantropico americano National Italian American Foundation (NIAF).

Chiesa del Santissimo Sudario, via di San Domenico, Torino

http://www.sindone.it

2. MUSEO DI ARTE RELIGIOSA ALPINA A 1367 M SUL LIVELLO DEL MARE

Museo di Arte Religiosa Alpina presso la Cappella del Carmine di Melezet

Il Museo di Arte Religiosa Alpina, situato all’interno della Cappella Madonna del Carmine di Melezet a 1367 m sul livello del mare, ospita una importante raccolta di statuaria lignea, oreficerie e tessili datati dal XV al XIX secolo e provenienti dalle chiese e dalle cappelle campestri della conca di Bardonecchia.

Museo di Arte Religiosa Alpina, piazzetta del Carmine – frazione Melezet

http://www.centroculturalediocesano.it

 

3. PALAZZO DEL GOVERNATORE A MONDOVÌ

Piazza_(Mondovì) palazzo_del_governatore2, photo Davide Papalini, fonte wikimedia

Nel Cuneese gli interventi riguarderanno, tra gli altri, il restauro e risanamento della Confraternita di San Michele in Guarene e il ripristino del tetto della cupola della chiesa della SS. Annunziata di Busca, prima Confraternita di Busca, detta “la Bianca” dal colore dell’abito degli iscritti. Potranno tornare al loro splendore anche la volta del salone del teatro e la volta della sala adibita a palcoscenico presso il Palazzo del Governatore a Mondovì Piazza.

Palazzo del Governatore, Piazza Maggiore, Mondovì

http://www.comune.mondovi.cn.it/vivere-la-citta/turismo/conoscere-mondovi/piazza/palazzo-del-governatore/

 

4. SANTUARIO SS. CROCIFISSO DEL BOCA IN PROVINCIA DI NOVARA

Boca Santuario facciata, photo Alessandro Vecchi, fonte wikimedia

In provincia di Novara sarà restaurata la copertura del Santuario SS. Crocifisso del Boca presso il quale sarà allestita una mostra permanente dedicata all’architetto novarese Antonelli, autore di questo maestoso tempio di impianto neoclassico, meta di pellegrinaggi.

Santuario SS. Crocifisso del Boca, Via S.Francesco d’Assisi 31, 28010 Boca NO

www.santuariodiboca.it

5. BASILICA DI SAN VITTORE SUL LAGO MAGGIORE

Basilica di San Vittore Intra Verbania

Nel Verbano-Cusio-Ossola il contributo andrà al restauro conservativo dell’interno del transetto della Basilica di San Vittore Martire–Intra, la basilica principale della provincia, nonché importante meta turistica per il territorio. La chiesa ha avviato nel 2015 un processo di recupero che nel 2018 la riporterà allo splendore ottocentesco. Sarà stanziato un contributo anche per il restauro dei dipinti delle cappelle laterali della Chiesa Parrocchiale della Beata Vergine Assunta e San Giuseppe a Macugnaga.

Basilica di San Vittore Intra Verbania, Via De Lorenzi, 19, Verbania

 

6. CHIESA DI SAN GIACOMO DELLA VITTORIA DI ALESSANDRIA

Chiesa di San Giacomo, Alessandria

Ad Alessandria, grazie all’intervento della Fondazione CRT, sarà restaurato l’apparato decorativo interno della chiesa di San Giacomo della Vittoria, gioiello storico-artistico, simbolo architettonico per la città di Alessandria dell’epoca rinascimentale. La chiesa è stata costruita grazie al bottino conquistato dagli alessandrini e dalle truppe viscontee, dopo la sconfitta dell’esercito francese il 25 luglio 1391, giorno di San Giacomo ed è oggi uno spazio che ospita innumerevoli attività culturali, nell’ottica di un sempre maggiore coinvolgimento della comunità. A Felizzano l’intervento della Fondazione CRT permetterà il restauro delle cappelle della Chiesa di San Pietro.

Chiesa di San Giacomo della Vittoria, via san Giacomo della Vittoria – Alessandria

CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è responsabile dell'area Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica musicale "Art Music". E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).