Su Sky Arte: una serata a passo di danza con Rudolf Nureyev

A settantanove anni dalla sua nascita, il canale tematico Sky dedica uno speciale approfondimento al ballerino che ha calcato le scene dei maggiori teatri internazionali

Rudolf Nureyev
Rudolf Nureyev

Il protagonista della Nureyev Night – in onda venerdì 17 marzo su Sky Arte HD – è stato uno tra i ballerini più talentuosi del Novecento. Scomparso nel 1993, Rudolf Nureyev è ricordato ancora oggi per la sua innata maestria e per il suo piglio volitivo e determinato.
La serata si aprirà con Rudolf Nureyev – Danza per la libertà, il docu-drama incentrato sui quattro mesi precedenti alla celebre defezione avvenuta all’aeroporto di Parigi il 16 giugno 1961. La vicenda sarà raccontata in prima persona dall’entourage di Nureyev: la ballerina Alla Osipenko, il rivale Sergei Vikulov, la fedele amica Clara Saint e il danzatore e coreografo Pierre Lacotte. Le performance messe in scena da Artem Ovcharenko, la star del Bolshoi Ballet chiamato a interpretare il ruolo di Nureyev, faranno da cornice al racconto di un evento al confine tra arte e politica.

IL LEGAME CON ERIC BRUHN

A seguire, l’episodio della serie Artists in Love dedicato a Rudolf Nureyev ed Eric Bruhn approfondirà il travagliato legame tra il ballerino e il suo compagno di sempre. Accomunati dalla passione per la danza, i due si incontrarono a Copenaghen e da quel momento i loro destini si intrecciarono in maniera definitiva. Intensa e tormentata, la relazione tra Nureyev e Bruhn nacque da un colpo di fulmine dettato da una fortissima attrazione reciproca, poi trasformatasi in un legame molto turbolento. Colpito da un male incurabile, Bruhn ebbe Nureyev accanto fino alla fine.

Il sito di Sky Arte è powered by Artribune, che ne cura contenuti e interfaccia digitale. Scoprite a questo link le novità di palinsesto e le news che arricchiscono il portale del primo canale televisivo culturale italiano in HD…
http://arte.sky.it

CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.