Morta Dolores O’Riordan, la cantante dei Cranberries. Aveva solo 46 anni

Si è spenta a Londra per cause ancora tutte da accertare, Dolores O’Riordan, cantante dei Cranberries e voce simbolo degli anni Novanta. La cantante irlandese, che in passato ha sofferto di depressione, si trovava nella capitale inglese per registrare alcune nuove canzoni con il gruppo dei Cranberries.  

Dolores O'Riordan
Dolores O'Riordan

È morta a Londra a soli 46 anni Dolores O’Riordan  (Ballybricken, Irlanda, 1971) cantante dei Cranberries e voce simbolo degli anni Novanta. Lo ha comunicato il suo agente con una nota ufficiale. Ancora sconosciute le cause del decesso. La donna, che in passato ha sofferto di depressione, si trovava a Londra per registrare alcune canzoni con il gruppo dei Cranberries che si era riunito da qualche mese dopo essersi sciolto qualche anno fa.

DALLE LUCI DELLA RIBALTA AGLI ANNI BUI

Cantante e chitarrista dei Cranberries, Dolores O’Riordan, nata a Ballybricken in Irlanda, ha ottenuto un grande successo grazie al suo timbro inconfondibile e ad una commistione perfetta tra rock e musica tradizionale irlandese. Entrata nel gruppo nel 1990, viene subito notata per la voce ed il suo stile unico. Il successo internazionale arriva nel 1994 No Need To Argue, che conteneva la hit “Zombie” e che ha venduto più di 17 milioni di copie nel mondo trasformando la O’Riordan in un’icona del rock. Seguiranno altri album, sette in tutto, che non arriveranno mai in verità ad uguagliare il successo di No Need To Argue fino alla decisione di sciogliere il gruppo nel 2003 e di intraprendere una carriera da solista. Da sola la O’Riordan pubblicò due album, Are You Listeinng? nel 2007 e No Baggage nel 2009, prima di riunirsi con la band nel 2009. Per venti anni era stata sposata con Don Burton, tour manager dei Duran Duran, da cui ha avuto tre figli prima di separarsi nel 2014.

IL TOUR INTERROTTO

In questi anni, lo stato di salute della donna aveva generato più di una preoccupazione. Nel 2014 la donna era stata arrestata e poi ricoverata per aver aggredito una hostess su un volo di linea. La stampa aveva parlato in quel caso di un disturbo bipolare di cui pare la donna soffrisse e di depressione. Recentemente i problemi di salute della O’Riordan erano tornati alla ribalta al punto che i Cranberries avevano dovuto interrompere il tour estivo del 2017 – annullando anche la data milanese del 12 giugno, in programma al Teatro degli Arcimboldi – per la necessità di cure proprio da parte della O’Riordan. In questo caso il gruppo aveva spiegato che cantante soffriva di problemi alla schiena, in particolare la parte alta della spina dorsale, motivo per cui non era possibile sottoporre il suo fisico agli sforzi eccessivi causati da un tour. In ogni modo, nulla faceva presagire la morte improvvisa della cantante. Nel suo ultimo twett, appena lo scorso 4 gennaio, la O’Riordan annunciava il suo ritorno in Irlanda.

–              Mariacristina Ferraioli

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Mariacristina Ferraioli
Mariacristina Ferraioli è giornalista, curatrice e critico d’arte. Dopo la laurea in Lettere Moderne con indirizzo Storia dell’Arte, si è trasferita a Parigi per seguire corsi di letteratura, filosofia e storia dell’arte presso la Sorbonne (Paris I e Paris 3). Ha conseguito il Master in Organizzazione e Comunicazione delle Arti Visive presso l’Accademia di Belle Arti di Brera. Ha vinto la Residenza per Curatori della Dena Foundation for Contemporary Art presso il Centre International d’Accueil et d’Echanges des Récollets di Parigi. Ha lavorato al Centre Pompidou collaborando alla realizzazione della mostra “Traces du Sacré” e ha pubblicato un testo critico sul catalogo della mostra. Ha coordinato l’ufficio Master dell’Accademia di Belle Arti di Brera e ha curato mostre sia in Italia che all’estero. Redattrice di Artribune, collabora stabilmente con Cosmopolitan Italia e Icon Design. Sta conseguendo un dottorato in Comunicazione e mercati: Economia, Marketing e Creatività presso l’Università Iulm di Milano ed è docente a contratto presso diverse istituzioni tra cui l’Accademia di Belle Arti di Brera.