Il Giudizio Universale e la Cappella Sistina in Vaticano diventano uno spettacolo teatrale

Tradizione e innovazione, cultura e tecnologia, storia ed emozioni: “Giudizio Universale. Michelangelo and the Secrets of the Sistine Chapel” è lo spettacolo che metterà in movimento e a nudo i segreti della Cappella Sistina e del maestro che l’ha realizzata attraverso un grande intrattenimento dal vivo.

Giudizio Universale Show
Giudizio Universale Show

Dal 15 marzo 2018 presso l’Auditorium della Conciliazione di Roma (alle porte del Vaticano), debutterà uno show senza precedenti in Italia. Sarà un mix tra arte, cinema, tecnologia e storia lo spettacolo Giudizio Universale. Michelangelo and the Secrets of the Sistine Chapel. Artainment Worldwide Shows, con la consulenza scientifica dei Musei Vaticani e la direzione artistica di Marco Balich, si è impegnata nella realizzazione di un racconto filologico di uno dei maggiori capolavori artistici di tutti i tempi attraverso l’uso degli strumenti tecnologici più sofisticati dell’intrattenimento dal vivo. Protagonista assoluta di questo racconto è e sarà la Cappella Sistina, riprodotta e messa in movimento nella sala dell’Auditorium in uno spettacolo totalmente immersivo della durata di un’ora.

TRADIZIONE E INNOVAZIONE

Da un lato l’azione fisica della performance teatrale, dall’altra la magia degli effetti speciali. La tecnologia è messa al servizio completo delle immagini e delle parole portando lo spettatore al centro stesso dell’evento. Il pubblico assisterà al racconto della nascita del capolavoro di Michelangelo sin dalla commissione da parte di Giulio II degli affreschi della volta e alla realizzazione ultima de Il Giudizio Universale. Nel racconto, che sarà diviso in quattro capitoli, una parte ovvia e centrale è costituita dalla rievocazione della Cappella Sistina come luogo dell’elezione pontificia. Tradizione e innovazione sono i due termini perfetti per sintetizzare questa operazione che mira a portare uno spettacolo permanente a Roma, come avviene a Londra e a New York, servendosi della tradizione e cultura italiana più importante: l’arte. “Dopo aver diretto molte Cerimonie Olimpiche in tutto il mondo sono orgoglioso di creare uno show nella nostra bellissima Italia, affidandoci alla consulenza scientifica rigorosa dei Musei Vaticani”, commenta Marco Balich. “Questa è un’operazione che mira a coinvolgere ed emozionare le nuove generazioni con i capolavori del nostro patrimonio artistico. Vogliamo rendere i giovani fieri e consapevoli di chi siamo e da dove veniamo”.

ARTAINMENT SHOW

Artainment vuole raccontare lo straordinario patrimonio storico e artistico del belpaese rivolgendosi a tutti (il costo del biglietto sarà intorno ai 25 euro) e in particolare modo ai giovani. L’obiettivo è raccontare l’arte attraverso un linguaggio innovativo: diretto, emozionante, coinvolgente, caloroso. Con Giudizio Universale. Michelangelo and the Secrets of the Sistine Chapel sarà possibile dare vita a un nuovo genere di intrattenimento dal vivo in cui i codici emozionali dello spettacolo e i linguaggi visivi contemporanei incontrano l’arte. Lo spettacolo sarà ripetuto due volte al giorno, una volta la mattina e una la sera, permettendo in entrambi i momenti una visione in lingua italiana e in lingua inglese.

– Margherita Bordino

CONDIVIDI
Margherita Bordino
Classe 1989. Calabrese trapiantata a Roma, prima per il giornalismo d’inchiesta e poi per la settima arte. Vive per scrivere e scrive per vivere, se possibile di cinema o politica. Con la valigia in mano tutto l’anno, quasi sempre in giro per il Belpaese tra festival e rassegne cinematografiche o letterarie. Laureata in Letteratura, musica e spettacolo, e Produzione culturale, giornalismo e multimedialità. È giornalista pubblicista e lavora come freelance. Collabora tra gli altri con Cinematographe.it, la Rivista 8 1/2, fa parte della redazione del programma tv Splendor e coordina Cinecittà Luce Video Magazine.