Anna Magnani, la vita e il cinema. La mostra al Vittoriano di Roma racconta l’attrice

Fino al 22 ottobre, un percorso tra immagini inedite e momenti già noti della vita e della carriera di Anna Magnani, attrice simbolo del cinema italiano nel mondo. Le immagini.

Anna Magnani, in una scena di L'amore di Roberto Rossellini
Anna Magnani, in una scena di L'amore di Roberto Rossellini

Anna Magnani è Roma. Anna Magnani è il cinema italiano. Anna Magnani è donna. Fino al 22 ottobre 2017 presso il Vittoriano (Sala Zanardelli) di Roma è possibile visitare la mostra Anna Magnani, la vita e il cinema. La mostra si inserisce tra i grandi eventi proposti nella rassegna Il Vittoriano tra musica, letteratura, cinema e architettura, promossa dal Polo Museale del Lazio, diretto da Edith Gabrielli, per valorizzare l’identità e la bellezza dello storico Monumento in onore a Vittorio Emanuele II. Anna Magnani è “mamma Roma”, è l’immagine centrale di un certo cinema italiano che ha fatto storia anche oltreoceano. La mostra, curata dal critico cinematografico e regista Mario Sesti, è un percorso culturale tra fotografie, materiali audio e video inediti. Documenti che ripercorrono e ricompongono la figura dell’attrice sin dal suo esordio a teatro e nelle riviste, fine alla grande “gloria” di Cinecittà e Hollywood. Da una parte la filmografia dell’attrice e dall’altra la sua vita sociale e culturale.

DONNA E ATTRICE: LE DUE FACCE DI ANNARELLA

Anna Magnani, la vita e il cinema mostra una doppia donna: la professionalità della vita sul set e la quotidianità più inedita. “È un viaggio all’ interno dell’immaginario e della memoria di un’icona”, afferma Mario Sesti, “il cui corpo e la cui rappresentazione irradiano ancora oggi un senso inconfondibile di questa personalità così nota e popolare. La mostra scopre anche uno scorcio forse inedito, su una Magnani privata, domestica, libera tra le pareti e gli angoli della propria casa”. Della mostra fanno parte anche un documentario delle Teche Rai e una serie delle più belle scene dei suoi film, oltre ad un’edizione originale di cinegiornali dell’Istituto Luce appositamente realizzata. Segue inoltre una rassegna di tre film: Bellissima di Luchino Visconti, Mamma Roma di Pier Paolo Pasolini (lunedì 31 luglio, ore 21.00) e L’amore di Roberto Rossellini (lunedì 7 agosto, ore 21.00). I film saranno preceduti dalla lettura di testi ricavati da scritti e interviste all’attrice.

Margherita Bordino

Anna Magnani (1908-1973)
fino al 22 ottobre 2017
Complesso del Vittoriano, Sala Zanardelli
www.ilvittoriano.com

CONDIVIDI
Margherita Bordino
Classe 1989. Calabrese trapiantata a Roma, prima per il giornalismo d’inchiesta e poi per la settima arte. Vive per scrivere e scrive per vivere, se possibile di cinema o politica. Con la valigia in mano tutto l’anno, quasi sempre in giro per il Belpaese tra festival e rassegne cinematografiche o letterarie. Laureata in Letteratura, musica e spettacolo, e Produzione culturale, giornalismo e multimedialità. È giornalista pubblicista e lavora come freelance. Collabora tra gli altri con Cinematographe.it, la Rivista 8 1/2, fa parte della redazione del programma tv Splendor e coordina Cinecittà Luce Video Magazine.