MyMovies e la nuova piattaforma on demand

Gianluca Guzzo, amministratore delegato di MyMovies, parla di diffusione culturale e accessibilità. Piccole rivoluzioni domestiche per l’Italia che cambia. Una intervista con Artribune.

MyMovies Wide

Con l’uso sempre più massiccio della Rete e l’arrivo dei nuovi televisori smart, nelle case degli italiani cambia il panorama scopico, le possibilità dell’offerta e con essa il mercato. MyMovies, il sito italiano leader nell’informazione cinematografica, secondo solo a Youtube.com nella categoria entertainment/movies-video, che offre il dizionario aggiornato di tutti i film dal 1985 a oggi, lancia per primo sul web il video on demand. Abbiamo fatto qualche domanda a Gianluca Guzzo, cofondatore e amministratore delegato, per saperne di più.

Tre anni fa è partito il MyMovies Live, una piattaforma sperimentale con appuntamenti mensili che offriva gratuitamente a una sala virtuale di 500 persone film di valore culturale. Come si è evoluta l’iniziativa?
Oggi la proposta si è moltiplicata con titoli che vengono proiettati in quattro diverse fasce orarie e che vengono sostituiti ogni settimana come nei cinema reali. Siamo molto orgogliosi di proporre pellicole che andrebbero perse o che il pubblico italiano normalmente non vedrebbe. Il target di affezionatissimi all’iniziativa continua a crescere, a dimostrazione del fatto che il cinema di qualità ha il suo mercato e che questo non può essere abbandonato. L’offerta di MyMovies Live si distingue per la qualità dei prodotti e per l’esclusività delle prime visioni.

Il Wide, invece, apre un nuovo capitolo della storia italiana del web: è una risposta a un’attuale esigenza del mercato?
MyMovies Wide, Video on Demand nasce per rispondere alle richieste di molti utenti e quindi prima di tutto per offrire un servizio. Il nostro obiettivo è sempre di valore culturale: promuovere una diffusione rapida, profonda e accessibile.

MyMovies Live

Possiamo avere qualche dettaglio in più?
Partiamo con un catalogo di 1.000 film. Differentemente da Sky non offriamo pacchetti o abbonamenti, ma la visione singola di film con una spesa che parte da 1,90 fino a 2,90 euro per le novità. Qualche casa di distribuzione ha imposto 3,90 euro, ma stiamo lavorando per cercare di uniformare tutti i listini. Una proposta, insomma, che si equivale ai prezzi del vecchio videonoleggio.

Quali case di distribuzione avete coinvolto nel progetto?
Molte grandi società come la Warner, la Lucky Red o la Eagle Pictures, così fra un paio di mesi avremo già a disposizione, per esempio, Cloud Atlas

 

Avete fissato obiettivi a breve e lungo termine?
Il sogno sarebbe di riuscire a mettere a disposizione online tutti i film dal 1895 a oggi, come abbiamo fatto prima con il dizionario. Sarebbe un’enorme ricchezza a disposizione di tutti. Per il momento la certezza è che la proposta verrà arricchita a breve con tutte le prossime uscite delle case di distribuzione con cui abbiamo fatto accordi. Se il giro di affari diventa importante, continueremo a investire sull’innovazione.

Federica Polidoro

www.mymovies.it

CONDIVIDI
Federica Polidoro
Federica Polidoro si laurea in Studi Teorici Storici e Critici sul Cinema e gli Audiovisivi all'Università Roma Tre. Ha diretto per tre anni il Roma Tre Film Festival al Teatro Palladium, selezionando opere provenienti da quattro continenti, coinvolgendo Istituti di Cultura come quello Giapponese e soggiornando a New York per la ricerca di giovani talent sia nel circuito off, che nell'ambito dello studentato NYU Tisch, SVA e NYFA. Ha girato alcuni brevi film di finzione, premiati in festival e concorsi nazionali. Ha firmato la regia di spot, sigle e film di montaggio per festival, mostre, canali televisivi privati e circuiti indipendenti. Sta lavorando ad un videoprogetto editoriale per la casa editrice koreana Chobang. È giornalista pubblicista e negli anni ha collaborato con quotidiani nazionali, magazine e web media come Il Tempo, Inside Art e Il Faro. Ha seguito da corrispondente i principali eventi cinematografici dell'agenda internazionale tra cui Cannes, Venezia, Toronto, Taormina e Roma e i maggiori avvenimenti relativi all'arte contemporanea della Capitale. Attualmente insegna Tecniche di Montaggio all'Accademia di Belle Arti.
  • marieva

    praticamente la cineteca universale a casa!…..

  • Manda

    Veramente innovativo e conveniente. Sempre un passo avanti i ragazzi di Mymovies.

    • PAULO FERREIRA

      BRAVI QUESTI RAGAZZI E ANCHE GIAN LUCA .

  • Cecilia

    Finalmente qualcosa di davvero utile!