Un milione di euro per la nuova campagna di Starhotels. All’insegna della leggerezza è Oliviero Toscani a firmarla. Ecco tutte le foto

Print pagePDF pageEmail page

forget home oliviero toscani
Starhotels si affida a Oliviero Toscani per la presentazione della sua nuova campagna pubblicitaria, con l’obiettivo di promuovere le 25 strutture del brand sparse in tutto il mondo, con sedi a New York, Parigi, Londra, Milano e in molte altre città. Il Gruppo ha scelto il noto fotografo autore dei ben noti scatti per marchi come Fiorucci, Benetton o Chanel, per citare solo alcuni dei suoi tantissimi progetti. Vedremo se le foto per Starhotels subiranno la stessa (fortunata) sorte di tante delle immagini che Toscani, spesso provocatorio e controverso, ha realizzato in passato.
Il claim oggi è Forget Home!, dimenticati di casa, sotto testo “nei nostri alberghi si sta meglio, viaggiate!”. Preceduto da Helmut Newton, sedici anni fa coinvolto dalla catena di hotel per lo stesso scopo, Toscani ha realizzato una serie che ritrae un gruppo di modelle sorridenti in pigiama, o nature e avvolte solo da un piumone, allegre e saltellanti come ne La Primavera di Sandro Botticelli, i capelli sparsi al vento (o al ventilatore), intente al gioco come donne-ragazze non ancora entrate nell’età adulta.

LE FOTO
Ogni tanto ammicca lo stesso Toscani e nel riquadro dello scatto intuiamo la presenza dei fotografi, in un rimando di sguardi allo stesso tempo ingenuo e malizioso, all’insegna della leggerezza, come spiegano i committenti che hanno investito oltre un milione di euro per l’intera campagna. “Oliviero ha interpretato alla perfezione il senso di leggerezza, di gioia di vivere, di calda accoglienza che i nostri hotel vogliono comunicare”, ha spiegato Elisabetta Fabri, presidente e Ad di Starhotels, che individua nella cultura e nella creatività una nuova possibilità di dialogo con la propria clientela “La creatività di Toscani interpreta perfettamente lo spirito di innovazione e ricerca che caratterizza Starhotels”. Il target sarà internazionale, rivolgendosi agli avventori degli alberghi, principalmente stranieri, con un 71% di nazionalità europea, americana e giapponese. Ma la vedremo anche in Italia sulle pagine dei giornali. Ecco infatti le foto.

www.starhotels.com

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community