Calabria e Basilicata fanno rete. Il bando Young at Art del MACA di Acri si apre agli artisti lucani grazie alla partnership con ReBAC: ultimi giorni per iscriversi

Print pagePDF pageEmail page

Mirella Nania, Vita Nova, (Young at Art 2013)

Mirella Nania, Vita Nova, (Young at Art 2013)

In previsione di Matera 2019, quando la città sarà a tutti gli effetti Capitale Europea della Cultura, la Calabria gioca d’anticipo e si allea con la Basilicata, nella convinzione che le due regioni, oltre alla vicinanza geografica, siano accomunate da una grande fecondità creativa e da una ricchezza culturale antica, capace di tradursi in pratiche artistiche estremamente attuali e affascinanti. Così, in occasione della quinta edizione del progetto espositivo itinerante – in Calabria e nel resto d’Italia – Young at Art, il MACA (Museo Arte Contemporanea Acri) ha stretto una importante partnership con ReBAC (Rete Basilicata Arte Contemporanea), un network che va dalle associazioni alle fondazioni, dai centri regionali per la creatività agli operatori culturali, che lavorano nella produzione e nella diffusione dell’arte contemporanea in Basilicata, con l’obiettivo di elaborare una strategia comune. L’accordo prevede per il primo anno che il concorso preliminare, attraverso il quale verranno scelti i giovani talenti che prenderanno parte all’edizione 2016 di Young at Art – dal titolo BasiCally – e al progetto espositivo itinerante, sia aperto, oltre che agli artisti Under 35 nati in Calabria, anche a quelli nati in Basilicata. È possibile inviare la propria candidatura fino al 20 marzo.

http://youngatart2016.com/

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community