Il dubbio è un beneficio. José Damasceno a Roma

Galleria Valentina Bonomo, Roma – fino al 15 febbraio 2016. La galleria capitolina ospita la prima personale di Damasceno in Italia. Un percorso tra casualità e necessità, per apprezzare l’importanza del non-senso.

Print pagePDF pageEmail page

Josè Damasceno, Piccolo teatro - Galleria Valentina Bonomo, Roma 2016

Josè Damasceno, Piccolo teatro – Galleria Valentina Bonomo, Roma 2016

Architetto a metà, artista in toto: José Damasceno (Rio de Janeiro, 1968) progetta, misura, studia le superfici, ma l’intento è scomporre i luoghi più che costruirli. Luoghi fisici e luoghi comuni vengono stravolti dalla sua immaginazione, che ora stimola a fantasticare su nuove prospettive possibili e significati alternativi. Una serie di tondi identici sanno dare vita a forme diverse; due scacchiere da tavolo possono creare movimento; la carta millimetrata è in grado di accogliere la creatività e raccontare storie. Nella sua personale ricerca tra Surrealismo e Minimalismo, tra casualità e rigore formale, Damasceno suggerisce l’importanza del non-senso. Gli spazi che compone, gli oggetti che congegna, non sono altro che enigmatiche proiezioni del caso.  Quegli incontri fortuiti, però, suscitano dubbi. Essi interpellano sul loro aspetto e sul perché sono lì. D’un tratto la mente, divagando e deambulando in spazi inesplorati, rivela quei misteri che la contraddistinguono e che sono alla base della vita stessa.

Giorgia Coghi

Roma // fino al 15 febbraio 2016
José Damasceno – Deambulazione e Divagazione
a cura di Elisa Byngton
GALLERIA VALENTINA BONOMO
Via del Portico d’Ottavia 13
06 6832766
[email protected]
www.galleriabonomo.com

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/49440/jose-damsceno-deambulazione-e-divagazione/

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community