Cercasi artisti per il Giubileo: rigorosamente cattolici. Ultimi giorni per partecipare al concorso indetto dall’UCAI: tema? La misericordia ovviamente

Print pagePDF pageEmail page

La Basilica di San Pietro in Vaticano

Se siete artisti e cattolici, e volete aderire al concorso indetto dall’UCAI – Unione Cattolica Artisti Italiani, affrettatevi. Perché solo entro il 18 febbraio, nella ricorrenza della Festa del Beato Angelico, patrono universale degli artisti, è possibile comunicare la partecipazione al bando L’UCAI per il Giubileo, con cui l’associazione invita soci e creativi a esprimere la propria personale visione della misericordia attraverso opere d’arte. Dopodiché, ci sarà tempo fino al 31 marzo per inviare la versione digitale del proprio elaborato (pittura, fotografia e poesia). Il tema del concorso è La misericordia, nel contesto del Giubileo straordinario, recentemente proclamato dal Santo Padre.

LE MIGLIORI OPERE ESPOSTE IN DIVERSE CITTÀ ITALIANE
I cristiani sono invitati a porsi come strumento di dialogo e riconciliazione”, si legge nel bando, “evidenziando il ruolo centrale della Misericordia tra gli abitanti della ‘Terra’, la nostra casa comune. Gli artisti potranno mettere in luce la ‘bellezza della Misericordia’, sperimentando in maniera innovativa e profonda quei sentimenti che traggono le proprie radici nell’etica cristiana e umana: il perdono, la tenerezza e la compassione”. A selezionare i vincitori delle diverse categorie ci sarà una giuria d’eccezione, presieduta da Don Valerio Pennasso, direttore dell’Ufficio Nazionale per i beni culturali ecclesiastici della Cei. Le migliori opere sulla misericordia saranno esposte nelle diverse città italiane il 7 maggio, in occasione della tradizionale “Giornata nazionale dell’arte” promossa dall’UCAI, per poi essere premiate durante la cerimonia che si svolgerà a fine maggio nella Capitale, alla presenza dell’artista Claudia Koll, socia onoraria dell’associazione.

http://www.ucainazionale.net/CONCORSO-UCAI-per-il-GIUBILEO.pdf

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community