La nostra App StreetArt Roma ispira un artista, che decide di girarci su un film in hyperlapse

Benjamin Messina voleva fare un documentario sulle bellezze classiche di Roma, ma l’idea è cambiata quando, per caso, si è imbattuto nell’app di Artribune STREETART ROMA.

Print pagePDF pageEmail page

Benjamin Messina durante il suo ultimo viaggio in Italia ha scoperto che Roma, oltre il suo ben noto patrimonio culturale, è un grande scenario per la street art. Era venuto con l’intenzione di girare un documentario, ma poi ha trovato l’app di Artribune STREETART ROMA (realizzata assieme a Toyota) con una mappa delle bellezze alternative di Roma, quelle che in genere non entrano nelle guide.
Ha così improvvisato, usando tecniche di hyperlapse e montaggio, per realizzare un video che mostra tutte insieme le mete indicate dall’applicazione. “Per fortuna ho trovato la vostra fantastica app STREETART ROMA, – ci ha raccontato – che mi ha aiutato ad orientarmi dentro la città per scovare i murales più belli, anche se non è stato possibile riprenderli tutti. La maggior parte delle opere sono realizzate nella periferia, mete che normalmente non entrano nel solito viaggio a Roma.” “Quindi, – conclude nella lettera che ci ha spedito – una volta fatta visita al Colosseo e alla Fontana di Trevi, tutti dovrebbero fare una passeggiata attraverso gli altri quartieri di Roma come Tor Pignattara, Tor Sapienza, Ostiense, San Basilio, Garbatella, Quadraro, Tor Marancia, Pigneto, San Lorenzo.
Vedremo se il suo breve film stimolerà i turisti a scoprire l’altra Roma, intanto godetevi il risultato della sua esplorazione. E scaricatevi l’app, è gratuita e disponibile sia per iOS sia per Android.

– Federica Polidoro

www.messinamotion.com

www.artribune.com/streetart-roma

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community