Fòcararte 2016, al via la Festa del Fuoco di Novoli. Ecco le immagini della performance in anteprima mondiale di Regina Josè Galindo: il 16 gennaio la pira di Gianfranco Baruchello

Print pagePDF pageEmail page

Regina Jose Galindo, Nuovo Corpo, foto Giovanni Gaggia

Regina Jose Galindo, Nuovo Corpo, foto Giovanni Gaggia

Conto alla rovescia iniziato per l’accensione della Fòcara di Novoli, la Festa ultracentenaria di Sant’Antonio Abate che coniuga, anche per l’edizione 2016, tradizione, riflessioni di carattere antropologico-culturale e arte contemporanea, in programma il 16 gennaio nel comune salentino e per la quale sono attese 200mila presenze. La forza dirompente e rigeneratrice del fuoco, contestualizzata simbolicamente in un percorso di ricerca storico-sociale e in una visione di unificazione e pace tra i popoli, costituisce il fulcro tematico rispettivamente dell’opera di Regina José Galindo e Gianfranco Baruchello, i protagonisti di Fòcararte, con la curatela e la direzione artistica di Giacomo Zaza. Regina Josè Galindo apre la giornata di venerdì 15 gennaio con Nuovo Corpo, un’azione in anteprima mondiale che prevede la costruzione, con l’aiuto di volontari e degli abitanti di Novoli, di una pira alta tre metri costituita da fascine realizzate con tralci di vite attorno al proprio corpo, simile a quella della Fòcara. E noi vi facciamo vedere le immagini live, direttamente dalla Puglia: una fotogallery d’autore, opera dell’artista Giovanni Gaggia.

IL 16 GENNAIO L’ACCENSIONE DELLA FOCARA
L’unione e la riconciliazione tra i popoli, la pace e il superamento di conflitti e di confini costituiscono invece il fil-rouge dell’opera di Baruchello. L’artista livornese arricchirà il rito dell’accensione della Fòcara, prevista come di consueto per la sera del 16 gennaio alla vigilia della ricorrenza del Santo Patrono, con un’intervento/azione in due tempi a ridosso della gigantesca pira. 80 bandiere, costruite da Baruchello, saranno portate in processione e innalzate solennemente da un corteo in movimento per poi essere infilzate nella parte inferiore del falò. Da segnalare inoltre l’inaugurazione, venerdì 15 gennaio al Palazzo Baronale di Novoli, della mostra video di Gianfranco Baruchello e Regina Josè Galindo. Baruchello pone a confronto due video: Beaufort, del 1970 che richiama la misurazione empirica dell’intensità del vento in base allo stato del mare, secondo la “Scala di Beaufort”, e Colpi a vuoto, del 2002, che documenta le esplosioni di cariche a salve del cannone del Gianicolo di Roma utilizzate per la segnalazione del mezzogiorno. Il video che Regina Josè Galindo propone per la mostra a Novoli, invece, s’intitola Nadie atraviesa la región sin ensuciarse e documenta, in anteprima mondiale, una performance che l’artista ha presentato a Miami l’anno scorso, incentrata sul corpo coperto e immerso nella terra e che affronta la tematica della contraddizione tra menzogna e verità.

Cecilia Pavone

http://www.fondazionefocara.com/

 

 

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community
  • Agnetti

    Qualsiasi opera o video presentati per la prima volta
    In un posto qualunque del pianeta, si tratti di Filicudi o di Bollate,
    sono in ogni caso in anteprima mondiale