Ecco dove si trova la Stradina di Vermeer. Il famoso dipinto del Rijksmuseum di Amsterdam non ha più segreti per lo storico Frans Grijzenhout: scoperto il documento risolutivo

Print pagePDF pageEmail page

La Stradina di Delft, come era e come è oggi

La Stradina di Delft, come era e come è oggi

L’ubicazione della Stradina di Delft, unico paesaggio urbano noto di Johannes Vermeer (insieme alla Veduta di Delft) non è più un mistero da quando Frans Grijzenhout ne ha scoperto l’identità. Questo professore olandese di storia dell’arte presso l’Università di Amsterdam ha consultato nel corso degli anni – ne parlavamo anche noi nei mesi scorsi – diversi documenti seicenteschi, finchè si è imbattuto in quello risolutivo: il libro mastro del dragaggio dei canali nella città di Delft del 1667. Grazie a questo registro, con un resoconto molto dettagliato di tutte le case di quel tempo e delle misure dei passaggi tra di loro, lo storico dell’arte ha potuto stabilire che sul lato nord di Vlamingstraat, un canale molto stretto situato in quello che era allora il quartiere orientale più povero di Delft, c’erano due case nel punto esatto dove attualmente ci sono i numeri 40 e 42: la piccola strada raffigurata nel famoso dipinto databile al 1657-1658 circa e conservato nel Rijksmuseum di Amsterdam.

NEL DIPINTO RAFFIGURATA LA CASA DELLA ZIA DI VERMEER
Ora, in quello stesso museo è in corso fino al 13 marzo una mostra incentrata proprio su questa sorprendente scoperta, un evento “di grande importanza”, secondo Pieter Roelofs, curatore dei dipinti seicenteschi del Rijksmuseum, “sia per il modo in cui guardiamo a questo dipinto di Vermeer che per la nostra idea di Vermeer come artista”. L’indagine ha anche rivelato che la casa a destra nella Stradina di Delft apparteneva alla zia vedova di Vermeer, Ariaentgen Claes van der Minne, la sorellastra di suo padre che si guadagnava da vivere e riusciva a provvedere ai suoi cinque figli con la vendita di trippa: da qui il nome Penspoort – Trippa Gate dato al passaggio accanto alla casa. Sappiamo anche che la madre e la sorella di Vermeer vivevano sullo stesso canale, diagonalmente opposto. È quindi probabile che Johannes Vermeer conoscesse bene la casa e che ci fossero ricordi personali ad esso associati.

Claudia Giraud

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community