Da David Chipperfield a Joan Jonas, a Philip Glass. Ecco i tutor per il Rolex Mentor&Protege 2016: maestro e allievo per ogni disciplina, dall’arte alla musica

Print pagePDF pageEmail page

Joan Jonas

Joan Jonas

Nominati i sette nuovi mentori del Rolex Arts Initiative 2016-2017: David Chipperfield (architettura), Mia Couto (letteratura), Alfonso Cuarón (film), Philip Glass (musica), Joan Jonas (arti visive), Robert Lepage (teatro) e Ohad Naharin (danza). Un famoso architetto, uno degli scrittori più rispettati dell’Africa, un doppio premio Oscar, un compositore iconoclasta, un’artista visiva all’avanguardia che ha influenzato la sua disciplina per più di mezzo secolo, un regista teatrale poliedrico e un coreografo visionario trascorreranno un intero anno in compagnia di giovani promettenti talenti nelle loro rispettive discipline, con il sostegno di Rolex. Del format a cadenza biennale, ideato nel 2002 dalla nota azienda di orologi di lusso, ne avevamo già parlato: ogni due anni un nuovo organo consultivo di artisti illustri suggerisce dei potenziali mentori.

SELEZIONE RIGOROSISSIMA, FRA QUALCHE MESE LE SCELTE
Una volta individuati, Rolex lavora con loro per identificare il profilo del loro protetto più idoneo per poi invitarlo a presentare domanda, in modo da creare un tutoraggio su misura. Non sono quindi gli artisti a proporsi direttamente al programma. Ora è, infatti, ancora aperta la ricerca per trovare protetti che beneficeranno del Rolex Arts Initiative 2016-2017 che inizierà a metà anno: ogni mentore lo sceglierà da un piccolo gruppo di finalisti nei primi mesi del 2016. Tra le aspettative del tutoraggio c’è soprattutto la speranza di avere un dialogo chiarificatore dei propri pensieri e idee: “Anche per scambiarsi e far emergere informazioni precedentemente nascoste“, dice la performer e video artista americana Joan Jonas, “e per visitare posti sconosciuti”.

Claudia Giraud

http://www.rolexmentorprotege.com/

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community