Da Dada a Dada: a Modena lo spettacolo teatrale creato per la mostra di Daniel Spoerri. Testo ispirato a Tzara e Picasso: a febbraio repliche a Milano

Print pagePDF pageEmail page

Daniel Spoerri, Tableau-piège - serie Sevilla n. 11, 1991 © Land Niederösterreich Landessammlungen

Daniel Spoerri, Tableau-piège – serie Sevilla n. 11, 1991 © Land Niederösterreich Landessammlungen

È un evento che sperimenta il linguaggio e mette in discussione conformismo, luoghi comuni, certezze. Protagonisti artisti, attori e danzatori impegnati in un lavoro incentrato sui temi classici del Dadaismo: imballaggio, collage, happening, movimento del corpo, danza. Suoni, parole, musiche per uno spaccato del mondo dell’arte che prende vita dagli esiti del lavoro di un artista nato come danzatore e coreografo, che nel 1954 ha messo in scena a sua volta entrambi i testi”: Franco Brambilla, ideatore e regista di Da Dada a Dada, introduce lo spettacolo che debutta a Modena il 20 e 21 gennaio. La location? Una delle sale in cui è allestita la mostra Daniel Spoerri. Eat Art in transformation. Lo spettacolo – ingresso gratuito, su prenotazione, fino a esaurimento posti – è infatti ispirato all’opera dell’artista svizzero e ai testi teatrali Il cuore a gas (1921) di Tristan Tzara e Il desiderio preso per la coda di Pablo Picasso, scritto durante gli anni dell’occupazione nazista di Parigi.

A FEBBRAIO SI REPLICA ALLA FONDAZIONE MUDIMA DI MILANO
La mostra dedicata a Daniel Spoerri, nell’ambito della quale è stata programmato l’evento, è allestita alla Palazzina dei Giardini e a Palazzo Santa Margherita a Modena. Da Dada a Dada sarà successivamente presentato alla Fondazione Mudima di Milano nell’ambito delle celebrazioni per il centenario del Dadaismo, la cui data di nascita, come è noto, si fa risalire al 5 febbraio 1916, quando inaugurò a Zurigo (città di adozione di Spoerri) il Cabaret Voltaire. Un’ultima annotazione: il regista dello spettacolo, Franco Brambilla, nel 2001 è stato nominato Ministro Atlantico di Patafisica con l’Etoile d’Or de Patafisique. Una garanzia.

– Michele Pascarella

www.galleriacivicadimodena.it 

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community