Bologna Art Week. ArteFiera e dintorni

La sempre attesa fiera bolognese è ai blocchi di partenza, pronta a celebrare l’edizione numero 40. Tra padiglioni ed eventi, ecco qualche spunto per orientarsi nella densa art week felsinea. Con due fiere collaterali, la notte bianca, il party di Artribune e molto altro.

Print pagePDF pageEmail page

ArteFiera

ArteFiera

40 ANNI CON ARTE FIERA
Inaugura la sera di giovedì 28 gennaio ArteFiera, l’appuntamento fieristico bolognese che, come ogni anno, segna il giro di boa invernale del calendario espositivo italiano. Per festeggiare la 40esima edizione – e confermare la crescita davvero sorprendente vissuta negli ultimi anni – ArteFiera riunirà tra i padiglioni che si affacciano su Piazza della Costituzione 190 gallerie d’arte moderna e contemporanea, per un totale di 222 espositori. Una superficie di 20mila mq accoglierà 2.000 opere e oltre mille artisti. Questi sono solo alcuni dei grandi numeri che accompagnano l’imminente evento bolognese. Diretta, per il quarto anno consecutivo, da Claudio Spadoni e Giorgio Verzotti, ArteFiera dedicherà il suo 40esimo anniversario al rapporto creativo tra passato e presente, concentrando l’attenzione sugli autori italiani, affermati ed emergenti, che contribuiscono alla definizione dell’identità artistica nostrana.
Cinque le sezioni, in un dialogo assiduo tra locale e mondiale: la Main Section darà risalto alle “storiche” gallerie d’arte moderna e contemporanea e a uno speciale progetto di curatela dal titolo I protagonisti, realizzato con la partecipazione delle gallerie Continua, Milano, Lia Rumma,  La Città e Tega. La sezione Solo Show offrirà invece un focus sulle singole personalità – italiane e internazionali – scelte dagli espositori come interpreti di mostre monografiche. Largo ai giovani under 35 nella sezione Nuove Proposte, mentre la fotografia sarà di nuovo presente in fiera grazie alla collaborazione con MIA – Milan Image Art Photo Fair e alla curatela Fabio Castelli.
Durante le intense giornate fieristiche ci sarà spazio anche per un interessante calendario di Conversazioni, a cura di Marcella Beccaria e Riccarda Mandrini, che manterranno vivo il fil rouge tra passato, presente e futuro dell’artworld. Venerdì 29 gennaio Pier Giovanni Castagnoli approfondirà l’evoluzione del sistema museale italiano negli ultimi quarant’anni, mentre sabato 30 Neon, Nosadelladue e il gruppo a.titolo si confronteranno sulla creazione di un sistema alternativo sostenuto da realtà indipendenti e non profit. Un comitato di curatori e direttori di musei – come Luca Lo Pinto, Francesco Bonami e Giacinto Di Pietrantonio – sceglierà fra gli artisti under 40 presenti in fiera quelli che affiancheranno i grandi maestri dell’arte nella rassegna ArteFiera 40. Lo sguardo delle gallerie sulla grande arte italiana, allestita tra il MAMbo e la Pinacoteca Nazionale fino alla fine di marzo.

Etnik + Corn79 - Autostazione, Bologna 2016 - photo Rosy Dennetta

Etnik + Corn79 – Autostazione, Bologna 2016 – photo Rosy Dennetta

LE FIERE ALTERNATIVE
Anche quest’anno Arte Fiera non sarà l’unico evento fieristico della settimana. L’area dell’Autostazione ospiterà il gradito ritorno di SetUp Art Fair, la fiera-piattaforma presieduta da Simona Gavioli e diretta da Alice Zannoni (qui trovate la loro intervista) e ospitata per il quarto anno a due passi dalla stazione ferroviaria. Un’iniziativa volta a mettere in luce i giovani under 35 presentati da curatori della stessa età. Numerose le gallerie coinvolte, provenienti dal nord al sud della Penisola, e degni di nota i progetti speciali – tra cui quelli di Corn79 ed Etnik – senza dimenticare la sezione dedicata all’editoria.
Basterà spostarsi verso piazza Maggiore e varcare la soglia di Palazzo Re Enzo per immergersi in Fruit Exhibition, la fiera dedicata all’editoria indipendente e all’universo delle arti grafiche. Anche nel 2016 il programma sarà ricco, tra incontri, dj set e performance. Da non perdere la mostra Le notti di Tino di Bagdad, a cura di Fabiola Naldi, dedicata agli interventi multi e trans-mediali di ConiglioViola, qui rappresentata da manifesti, piccoli lightbox e un libro d’artista che documenta il progetto.  Riflettori puntati anche su Angelo Bellobono che, nella Cappella Tremlett di Palazzo Re Enzo, presenterà tre inedite pubblicazioni d’artista alla base del nuovo ciclo di lavori intitolato Moving Borders.

Matthew Barney and Jonathan Bepler, River of Fundament, 2014, Filmstill, photo Hugo Glendinning © Matthew Barney, Courtesy Gladstone Gallery, New York und Brüssel

Matthew Barney and Jonathan Bepler, River of Fundament, 2014, Filmstill, photo Hugo Glendinning © Matthew Barney, Courtesy Gladstone Gallery, New York und Brüssel

UN TUFFO IN ART CITY
Pure nel 2016 la scaletta di eventi collaterali sparsi per la città si preannuncia serrata (e per una panoramica completa scaricate la nostra Agendissima). Fra gli appuntamenti di Art City, quello con River of Fundament, l’ultima impresa filmica di Matthew Barney e Jonathan Bepler, in scena al Teatro Comunale venerdì 29 gennaio, è certamente un must. Il Centro Unipol CUBO farà da cornice a FLUX-US, un percorso sensoriale che guiderà il pubblico tra le installazioni di Mary Bauermeister, Francesca Pasquali e fuse*, illuminando la Art City White Night di sabato 30 gennaio. LocaleDue, in via Azzo Gardino, ospiterà Minipimer, un evento non stop della durata di 72 ore, con la partecipazione di altrettanti artisti, curatori e performer e musicisti, dalle 21 di giovedì 28 alla domenica sera.
Al Museo Internazionale e biblioteca della musica, in strada Maggiore, il suono sarà protagonista di due interventi da non mancare: la mostra Casa a Mare. Dwelling Art, curata da Claudio Musso e incentrata sull’azione degli artisti Massimo Carozzi, Luca Coclite e Giuseppe de Mattia, in dialogo con lo spazio museale, e l’installazione sonora di Alberto TadielloNenia – allestita fino ad aprile. Restando in tema di dialoghi, venerdì 29 gennaio, Luca Maria Patella incontrerà il pubblico presso la Salaborsa di piazza Maggiore, nell’ambito dell’evento curato da Renato Barilli, mentre sabato 30 gennaio appuntamento al MAMbo con Flavio Favelli, che guiderà un vero e proprio tour – il Mobilia Essay – alla scoperta della sua ultima opera realizzata a Savigno, nella campagna bolognese.

Brigitte March Niedermair, transition_Giorgio Morandi, 2012-13

Brigitte March Niedermair, transition_Giorgio Morandi, 2012-13

TRA MUSEI E GALLERIE
Ritornando nell’ambito espositivo, la galleria P420 inaugurerà i suoi nuovi spazi con Teoria ingenua degli insiemi. Paolo Icaro, Bettina Buck, Marie Lund, David Schutter, due mostre curate da Cecilia Canziani e Davide Ferri, mentre la Fondazione del Monte promuove un’accoppiata di eventi ospitati in varie sedi cittadine. La mostra Terra provocata. Percezione della materia e concetto nella materia, curata da Matteo Zauli e Guido Molinari, porterà nella sede della Fondazione e al Museo Civico Medievale un focus sul legame tra arte e ceramica – interpretato da artisti contemporanei e non, come Arturo Martini, Lucio Fontana, Eva Marisaldi, Adrian Paci e Luca Trevisani. Nell’ambito della stessa iniziativa, domenica 31 gennaio l’Oratorio San Filippo Neri farà da sfondo alla performance di Sissi intitolata L’imbandita e curata da Maura Pozzati. Le tendenze più attuali saranno al centro della mostra allestita presso la Galleria ONO Arte Contemporanea e dedicata a Shepard Fairey OBEY, uno dei più conosciuti street artist internazionali.
Spostandosi sul piano museale, il MAMbo ospiterà, oltre ad Arte Fiera 40, anche la mostra Officina Pasolini e l’intervento di Bertozzi & Casoni nell’ambito dell’Albero della Cuccagna. Nutrimenti dell’arte, a cura di Achille Bonito Oliva. Al Museo Morandi, Gianfranco Maraniello è il curatore di Brigitte March Niedermair. Horizon. transition_Giorgio Morandi | “are you still there”, dedicata alla fotografa altoatesina. Sempre in tema di scatti, Palazzo de’ Toschi inaugurerà La Camera. Sulla materialità della fotografia, a cura di Simone Menegoi, sul rapporto tra fotografia e scultura, mentre al MAST sarà protagonista l’indagine fotografica sul lavoro compiuta da Jakob Tuggener fra gli Anni Trenta e Cinquanta del secolo scorso.

Arianna Testino

Bologna // dal 29 gennaio al primo febbraio 2016
ARTE FIERA
Quartiere Fieristico, Piazza Costituzione
051 282111
[email protected]
www.artefiera.it

Bologna // dal 29 al 31 gennaio 2016
SetUp Contemporary Art Fair 2016
AUTOSTAZIONE
Piazza XX settembre 6
051 4122799 | 051 4848278
[email protected] 
www.setupcontemporaryart.com/2016/

Bologna // dal 29 al 31 gennaio 2016
Fruit Exhibition
PALAZZO RE ENZO
Piazza del Nettuno 1
[email protected]
www.fruitexhibition.com

Bologna // venerdì 29 gennaio 2016
Matthew Barney & Jonathan Bepler. River of Fundament
TEATRO COMUNALE
Largo Respighi 1
[email protected]
www.tcbo.it

Incontro con Luca Maria Patella
A cura di Renato Barilli
SALABORSA
Piazza del Nettuno 3
0512194400
www.bibliotecasalaborsa.it

Bologna // sabato 30 gennaio 2016
Flavio Favelli. Pantheon, Sala d’attesa | Mobilia Essay
PUNTO DI RITROVO RECEPTION MAMBO

Bologna // dal 27 gennaio al 16 aprile 2016
FLUX-US
CUBO CENTRO UNIPOL BOLOGNA
Piazza Viera De Mello 3
051 507 60 60
[email protected]
www.cubounipol.it

Bologna // fino al 7 febbraio 2016
Casa a Mare. Dwelling Art
a cura di Claudio Musso
dal 28 gennaio al 10 aprile 2016
Alberto Tadiello. Nenia
MUSEO INTERNAZIONALE E BIBLIOTECA DELLA MUSICA
Strada Maggiore 34
051 2757711
[email protected]
www.museibologna.it/musica

Bologna // fino al 20 marzo 2016
Terra provocata. Percezione della materia e concetto nella materia
a cura di Matteo Zauli e Guido Molinari
FONDAZIONE DEL MONTE
MUSEO CIVICO MEDIEVALE
Via delle Donzelle 2
Via Manzoni 4
051 2962511
051 2193930
[email protected]
[email protected]
www.fondazionedelmonte.it
www.museibologna.it/arteantica

Bologna // domenica 31 gennaio 2016
Sissi. L’imbandita
Performance a cura di Maura Pozzati
ORATORIO DI SAN FILIPPO NERI
Via Manzoni 5
www.fondazionedelmonte.it

Bologna // fino al 28 febbraio 2016
Shepard Fairey: OBEY
ONO ARTE CONTEMPORANEA
Via Santa Margherita 10
051 262465
[email protected]
www.onoarte.com

Bologna // dal 29 gennaio al 28 marzo 2016
ARTE FIERA 40. Lo sguardo delle Gallerie sulla grande arte italiana
a cura di Giorgio Verzotti e Claudio Spadoni
PINACOTECA NAZIONALE DI BOLOGNA
Via Belle Arti 56
www.pinacotecabologna.beniculturali.it

Bologna // dal 29 gennaio al 28 marzo 2016
ARTE FIERA 40. Storia di una Collezione
a cura di Giorgio Verzotti e Claudio Spadoni
MAMBO
Via Don Minzoni 14
051 6496611
[email protected]
www.mambo-bologna.org

Fino al 28 marzo 2016
Officina Pasolini

Fino al 31 gennaio 2016
Bertozzi & Casoni. L’albero della cuccagna. Nutrimenti dell’arte
a cura di Achille Bonito Oliva

Bologna // fino al 3 aprile 2016
Brigitte March Niedermair – Horizon
MUSEO MORANDI
Via Don Minzoni 14
051 6496611
www.mambo-bologna.org/museomorandi/

Bologna // dal 29 gennaio al 28 febbraio 2016
The Camera’s Blind Spot III. LA CAMERA. Sulla materialità della fotografia
a cura di Simone Menegoi
PALAZZO DE’ TOSCHI
Piazza Minghetti 4/d

Bologna // dal 27 gennaio al 17 aprile 2016
Jakob Tuggener. Fabrik 1933 -1953 | Nuits De Bal 1934-1950
a cura di Martin Gasser e Urs Stahel
MAST
Via Speranza 42
051 6474345
[email protected]
www.mast.org

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community
  • Che star quanti vip era piena la kermess dell’arte contemporanea che gallerie ma soprattuto De Marino