Auguri per un 2016 più ecologico dal Centro per la Cultura Contemporanea di Barcellona

Emergenza inquinamento, allora il CCCB lancia un video di auguri che invita a una maggiore sensibilità per la salvaguardia del pianeta. E lo fa citando Kulesov

Print pagePDF pageEmail page

Il Centro di Cultura Contemporanea di Barcellona organizza esposizioni, dibattiti, festival, concerti, cicli di proiezioni, corsi, conferenze e incoraggia l’utilizzo delle nuove tecnologie e la creazione di nuovi linguaggi. Promuove la ricerca nell’ambito multimediale, indaga nuovi format espositivi ed esporta le sue produzioni culturali in altri centri per la diffusione dell’arte, come musei, istituzioni e spazi ricreativi, sia in ambito nazionale che internazionale.
Della sua vocazione al dibattito, al confronto e alla riflessione ha fatto cifra distintiva, portando le proprie provocazioni in aree pubbliche con un’attenzione particolare per i problemi d’attualità. In questa ottica sociale ha lanciato per il Capodanno 2015/2016 un video di auguri, che è anche una campagna di sensibilizzazione ai problemi urgenti che investono il pianeta Terra: dall’inquinamento, al surriscaldamento globale, dalla cura per le specie a rischio di estinzione, all’attenzione per evitare disastri come incendi di polmoni naturali, disboscamento incontrollato di aree importanti sia per il ricambio dell’aria e che per la ricerca scientifica.
Il video, sintetico, semplice ed efficace, si presenta come un esperimento di Kulesov: non ci sono parole, ma solo associazioni d’immagini che producono significato. Guardate, con poco, quanto si riesce a fare e… Felice 2016!

– Federica Polidoro

www.cccb.org

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community