Lo Strillone: arte fuori dalla crisi, quotizioni in salita in ogni settore su Affari & Finanza. E poi Pino Daniele re del web, incendio alla Galleria Spada

Print pagePDF pageEmail page

Amedeo Modigliani, Nu Couché (1917)

Amedeo Modigliani, Nu Couché (1917)

L’arte non è certo stata immune alla pesantissima crisi finanziaria esplosa nel 2008, ma è stata uno degli investimenti che si sono ripresi prima e meglio”. L’analisi arriva su Affari & Finanza, il supplemento de La Repubblica: “La liquidità che le banche centrali hanno immesso nel sistema è arrivata fino in questo settore e le valutazioni dei quadri sono tornate a lievitare. La conferma di questo andamento viene da due aste che si sono tenute rispettivamente nel maggio e nell’ottobre di quest’anno: nella prima le Donne di Algeri di Picasso hanno fatto registrare il record di sempre (179,4 milioni di dollari) e nella seconda il Nu Couché di Modigliani si è assicurato il secondo posto (170,4 milioni di dollari). Non è però solo la fascia altissima a registrare una grande vitalità: anche fra gli autori emergenti i prezzi sono in ascesa, come dimostrato da una recente asta svoltasi a New York”.

Ancora su Affari & Finanza, una delle classiche classifiche che riempiono i media a fine anno: quali sono state le news più cercate in rete nel 2015? Un po’ a sorpresa, al primo posto c’è “Addio Pino Daniele”: seguono “La minaccia dell’Isis”, “La crisi greca”, “Addio Laura Antonelli”, “La strage di Charlie Hebdo”. Cronaca per il dorso romano de La Repubblica: “Paura alla Galleria Spada, impianto elettrico in fiamme”. E poi la citazione della nostra testata, la prima a segnalare il fatto sulla nostra pagina Facebook: “Come si vede nel video pubblicato su Artrìbune, l’inizio di incendio, subito domato da custodi e addetti alla sicurezza, si è sviluppato nella sala II. A bruciare è stato il trasformatore di uno dei faretti che illuminano i dipinti”.

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community