La galleria P420 di Bologna cambia sede. Mega spazio da 350mq in zona Mambo

Print pagePDF pageEmail page

I nuoni spazi di p420, a Bologna

I nuoni spazi di p420, a Bologna

Anno nuovo, tempo di cambiare, anche per tante gallerie italiane. Vi parlavamo nei giorni scorsi di due spazi romani – Il Ponte Contemporanea e T293 – che nei primi mesi del 2016 inaugureranno le loro nuove location nella Capitale: ora notizia analoga arriva da Bologna, dove a fare il salto – specie in termini dimensionali – sarà la giovanissima ma già ben piazzata p420, pilotata da Alessandro Pasotti e Fabrizio Padovani. Che dopo 6 anni di attività in Piazza dei Martiri, cambierà sede, approdando in un’ampio spazio di 350 mq (600mq compresi uffici e magazzino) in via Azzo Gardino, con 4 ampie vetrine su strada, con alti soffitti che raggiungono i 5 metri.
Una nuova sede più adeguata alle ambizioni della galleria, giovane ma – come accennavamo – già lanciata anche sulla scena internazionale (capita di vederli a importanti fiere oltreconfine, persino ad ArtBo, in Colombia), sempre nella zona della Manifattura delle Arti, che include Mambo, cineteca, Università e tutta una nuova realtà di giovani gallerie. E una locatiuon necessaria anche per permettere agli artisti della scuderia di esprimersi al meglio in uno spazio ampio ed eclettico. L’inaugurazione? Il 30 gennaio, il sabato di Arte Fiera, dalle ore 18.30 alle 24, con 2 mostre che avranno lo stesso titolo (Teoria ingenua degli insiemi, a cura di Cecilia Canziani e Davide Ferri) e che condivideranno lo stesso spazio, con protagonisti come Paolo Icaro, Marie Lund, Bettina Buck, David Shutter.

www.p420.it

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community