La Turchia entra in Europa. Almeno nel cinema: con il film Mustang vince il Premio Lux, indetto dal Parlamento Europeo. Sarà distribuito in 28 paesi dell’UE

Print pagePDF pageEmail page

Mustang

Istituito nove anni fa grazie al Parlamento Europeo, il Premio Lux non ha solo il prestigio del nome ma anche la concretezza lucida di una ricompensa utile: garanzia di distribuzione in tutto il circuito europeo per le tre opere prime finaliste. I film vincitori hanno così la possibilità di viaggiare, sottotitolati nelle 24 lingue ufficiali dell’Unione, distribuiti nei 28 paesi, in oltre 20 festival e in più di 50 città. Un aiuto pratico ai registi che devono confrontarsi con le dure leggi di mercato e con i limiti del sistema contemporaneo di distribuzione nelle sale.
A vincere l’edizione 2015, tenutasi a Strasburgo lo scorso 24 novembre, Mustang (di Deniz Gamze Ergüven – Francia, Germania, Turchia, Qatar), film emblematico della problematicità della realtà turca ma anche del mediterraneo tra tradizione e libertà. L’Onorevole Silvia Costa, Presidente della Commissione Cultura al Parlamento Europeo, presente alla cerimonia di premiazione, ha ribadito l’attenzione dell’Europa “per il suo cinema, tutt’ora un linguaggio comune che unisce, aldilà del paese, della lingua, dei paesaggi e delle storie ritratti, e per questo deve essere sostenuto e trasmesso alle giovani generazioni. Il Parlamento Europeo”, ha concluso l’onorevole, “con questa iniziativa, attenta alle tematiche che interessano e coinvolgono l’Europa, promuove la diffusione di molti film che altrimenti rimarrebbero sconosciuti nei Paesi diversi da quello di origine, nella volontà di giocare un ruolo attivo per la stabilità, la pace e lo sviluppo“.

Federica Polidoro

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community