Italiani alla conquista del fashion world. Alessandro Michele per Gucci vince i prestigiosi British Fashion Awards: è lui il miglior stilista internazionale 2015

Print pagePDF pageEmail page

Alessandro Michele - Courtesy Ronan Gallagher for Gucci

Alessandro Michele – Courtesy Ronan Gallagher for Gucci

Da poco meno di un anno è il nuovo direttore creativo di Gucci, subentrato dopo l’addio di Frida Giannini. Ruolo chiave, alla guida di un brand potente, che ha tenuto Alessandro Michele sotto la lente spietata del fashion word. Prova superata egregiamente, già con le prime recensioni e i vari riscontri successivi al debutto dello scorso febbraio.
Oggi, per il 42enne stilista romano, è arrivato un riconoscimento importante, a suggello del fortunato incipit. Michele vince il titolo di miglior “International Designer 2015” ai British Fashion Awards, gli Oscar britannici della moda. “Alessandro Michele è un fenomeno per Gucci. La sua estetica così eclettica ha avuto un impatto immediato sulle tendenze globali della moda”, ha spiegato Natalie Massenet, presidente del British Fashion Council. “In più non ha solo reso il brand e i suoi prodotti desiderabili, ma anche rafforzato l’esperienza del retail riportando la magia e il lato giocoso della moda nei negozi del marchio. Questo è un uomo che ha i suoi clienti nel suo cuore e sa come celebrarli”.

Gucci Men Fall-Winter 2015

Gucci Men Fall-Winter 2015

L’uomo del momento, per l’Olimpo della moda british e per lo stesso sistema internazionale, è dunque un giovane italiano, mente creativa di un marchio simbolo del Made in Italy, da anni acquisito dal gruppo francese Kering, principale concorrente di LVMH. Un titolo che conta, che va ad affiancare quest’anno quelli di Isabella Blow (miglior Fashion Creator) e Karl Lagerfeld (Outstanding Achievement Award). Per le altre categorie (Creative Campaign, Model, Brand, Accessory Designer, etc.), di cui sono note le nomination, bisognerà attendere il responso della giuria. Appuntamento al prossimo 23 novembre, tra il red carpet e i sontuosi spazi del Coliseum Theatre di Londra.

– Helga Marsala

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community
  • andrea bruciati

    aria nuova: geniale!