Edizione numero 26 per ArtePadova. Torna la storica mostra mercato negli spazi ristrutturati del quartiere fieristico, tra nuove proposte e nomi consolidati del Novecento

Print pagePDF pageEmail page

ArtePadova

ArtePadova

L’anno scorso ArtePadova festeggiava il suo primo quarto di secolo con oltre 20mila visitatori. Quest’anno, la storica mostra mercato d’arte moderna e contemporanea torna dal 13 al 16 novembre, con oltre 10mila opere d’arte in esposizione, circa 200 espositori – tra cui Mazzoleni, Tornabuoni e Bugno Art Gallery – e l’ambizione di ricalcare il successo di vendite e l’affluenza di pubblico e collezionisti, tra italiani e internazionali, delle ultime edizioni.
Oltre ai nomi consolidati e agli investimenti sicuri dell’arte moderna e contemporanea, la 26esima edizione aprirà una finestra sugli emergenti, come di consueto dal 2011, quando il direttore e fondatore Nicola Rossi ha introdotto C.A.T.S. – Contemporary Art Talent Show e il premio associato a questa sezione della fiera. Perciò, spazio ai Giacomo Balla, Carlo Carrà, Lucio Fontana, Agostino Bonalumi, Mario Sironi e gli altri, ma anche a giovani talenti e ad artisti del Novecento su cui ArtePadova ha spinto negli ultimi anni. Qualche nome? Il pistoiese Roberto BarniUmberto Mariani e Turi Simeti.
La novità più evidente di questa edizione 2015 saranno gli spazi ristrutturati del quartiere fieristico: “Un intervento – spiega Daniele Villa, direttore artistico di PadovaFiere – che fa dei nostri padiglioni dei loft accoglienti: spazi di archeologia industriale completamente recuperati che rappresentano la cornice ideale per una proposta come quella di ArtePadova”.

www.artepadova.com

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community