Welcome all’Hangar Bicocca. Ecco le immagini della nuova installazione di Patrick Tuttofuoco che rivoluziona l’ingresso del centro d’arte milanese

Print pagePDF pageEmail page

Patrick Tuttofuoco, Welcome, Hangar Bicocca 7

Una serie di neon verdi appesi al soffitto, con la forma esatta delle mani dell’artista che compongono la parola “welcome”, illuminando e colorando l’intero atrio. Quale atrio? Quello dell’Hangar Bicocca di Milano, che nell’ambito del grande progetto di Achille Bonito Oliva, L’albero della cuccagna. Nutrimenti dell’arte, si è regalato una nuova installazione site-specific di Patrick Tuttofuoco, organizzando per la XI Giornata del Contemporaneo una giornata di eventi dedicati all’artista.
Appena sotto i neon, ci sono ora dei divani dalla forma circolare e dei tavolini dalle stampe colorate e sgargianti, che sviluppano la funzione e la concezione dell’ingresso per chi arriva all’Hangar in luogo di incontro. Nell’occasione è stato inoltre presentato il libro Patrick Tuttofuoco: Portraits Portraits Portraits (Mousse Publishing, Milano 2015), a cura di Nicola Ricciardi, con una discussione a tre che ha coinvolto anche Barbara Casavecchia: “un libro che in qualche modo non è quello che ci si aspettava”, ha dichiarato Nicola Ricciardi, descrivendo a parole ed immagini quindici anni di lavoro di Tuttofuoco, cercando di rendere il “caleidoscopio di colori” che sono le sue opere, e “tutte le sue diverse cromie”. Nella gallery, immagini dell’installazione…

Marta Ruffatto

 

 

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community
  • angelaeco

    Cavoli, sono emozionantissima, ma che capo-lav-oro, non ci posso credere, premio nobel-lo, subito, che artisti che ci sono in italia, glorie patrie, il futuro non potrà che essere radio-so!!!!!!!!

  • Whitehouse Blog

    Cose a caso. Dispiace dirlo, ma questi sono progetti motivati solo dalle pubbliche relazioni. Tuttofuoco ha smarrito quel germe vitale che aveva ai suoi esordi. Ora è un neon colorato e immobile. Per approfondimento: https://www.youtube.com/watch?v=XRjU91fIGzo