La scrittura unificata di Tomaso Binga

Galleria Tiziana Di Caro, Napoli – fino al 14 novembre 2015. Prima personale di Tomaso Binga negli spazi partenopei. Con un palinsesto di opere che attraversano la scrittura e la storica performance “Ti scrivo solo di domenica”.

Print pagePDF pageEmail page

Tomaso Binga – Scrivere non è descrivere – veduta della mostra presso la Galleria Tiziana Di Caro, Napoli 2015 – photo Danilo Donzelli

Tomaso Binga – Scrivere non è descrivere – veduta della mostra presso la Galleria Tiziana Di Caro, Napoli 2015 – photo Danilo Donzelli

Protagonista delle ricerche e delle sperimentazioni della poesia sonora e visuale, Tomaso Binga (all’anagrafe Bianca Pucciarelli Menna, Salerno, 1931) è una delle figure più singolari della scena poetica e artistica internazionale. Alla sua ampia attività, la Galleria Tiziana Di Caro dedica oggi una mostra che riunisce alcuni importanti e irrinunciabili progetti degli Anni Settanta, per mostrare un itinerario intellettuale in cui la parola pensa l’immagine e l’immagine pensa il suono. Con Scrivere non è descrivere l’artista costruisce infatti un percorso disarmante (straordinaria l’opera del 1977 Ti scrivo solo di Domenica, che occupa la seconda sala della galleria) che si spinge oltre i bordi della parola per disegnare un’atmosfera estetica unica nel suo genere. Capace di mostrare quel particolare processo di regressione della parola a segno che conserva e comunica, anzi intensifica, il senso della comunicazione (Argan).

Antonello Tolve

Napoli // fino al 14 novembre 2015
Tomaso Binga – Scrivere non è descrivere
TIZIANA DI CARO
Piazzetta Nilo 7
366 4004794
[email protected]
www.tizianadicaro.it

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/48093/tomaso-binga-scrivere-non-e-descrivere/

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community