Aziende che scelgono di sostenere la cultura. Enti culturali in cerca di risorse. A metterli insieme ci pensa Upaperlacultura.org, un sito nuovo e intelligente

Print pagePDF pageEmail page

Upa

Upa

Promuovere “la cultura dell’investire in cultura”È questa la mission di Upaperlacultura.org, nuovo sito web che mette in rete alcune tra le più prestigiose aziende italiane nel settore dell’industria, del commercio e dei servizi. Minimo comune denominatore? Investire, d’abitudine, in pubblicità e comunicazione, e farlo scegliendo la cultura. Un paesaggio variegato dal valore strategico, che assicura flussi di risorse alle attività di produzione e promozione culturale, sempre più spesso legate a filo doppio alle scelte e le intuizioni del privato.
Presentato il 21 ottobre a Milano da Lorenzo Sassoli de Bianchi, Presidente di UPA (Utenti Pubblicità Associati), presso il Pavilion Unicredit in Piazza Gae Aulenti, il sito mette a disposizione un database di progetti di sponsorizzazione/partnership culturale, proposti da Enti pubblici o soggetti di diritto privato con finalità pubbliche, come Onlus e Fondazioni. Gli ambiti di riferimento? Archeologia, arte, architettura, musica, cinema, editoria, teatro. Per esserci basta collegarsi alla piattaforma e compilare una scheda descrittiva del proprio progetto di comunicazione. Un utile strumento per chi voglia raccontarsi e cercare risorse, ma anche per chi volesse prendere spunto e contribuire: tutte le aziende, associate a UPA o meno, intenzionate ad attivare una sponsorship o una partnership, possono collegarsi al sito, consultare l’archivio e trovare il progetto che fa al caso loro. Un modo per mettere in contatto chi produce cultura e chi cerca occasioni per veicolare il proprio marchio associandolo a forme e contenuti eccellenti, là dove fioriscono creatività, pensiero, innovazione, sapere, talento, immaginazione.
Privo di scopo di lucro, Upaperlacultura.org prova semplicemente a mettere insieme la domanda e l’offerta, facilitando il dialogo tra due mondi diversi eppure interconnessi, sempre più indispensabili l’un l’altro.

– Helga Marsala

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community