Ancora boom Firenze. Dal Complesso di Sant’Orsola all’ex-Manifattura Tabacchi, l’Accademia di Belle Arti si lancia alla (ri)scoperta di spazi chiusi o inutilizzati: ecco le immagini di StARTpoint 2015

Print pagePDF pageEmail page

StARTpoint 2015, Firenze (foto Alessandro Naldi)

StARTpoint 2015, Firenze (foto Alessandro Naldi)

Cresce a Firenze StARTpoint, la rassegna organizzata dall’Accademia di Belle Arti che ogni anno apre il secolare istituto – la più antica accademia di belle arti italiana – alla città, “portando le proprie eccellenze in gallerie, piazze e altri spazi del capoluogo e non solo”. Cresce e si lancia in un nuovo tentativo di riqualificare spazi urbani: con tre giornate – dal 2 al 4 ottobre – di mostre, eventi e installazioni nel Complesso di Sant’Orsola, nell’ex-Manifattura Tabacchi, in piazza Puccini e al Teatro Puccini.
Apertura dunque nel complesso monumentale di Sant’Orsola, ex monastero di origine trecentesca situato nel cuore del centro che la Città Metropolitana di Firenze è impegnata a recuperare e valorizzare perchè sia restituito alla città, e che riapre in via eccezionale per esporre video e installazioni site specific di nove studenti dell’Accademia. Sabato 3 ottobre la scena è quella dell’ex-Manifattura Tabacchi, del giardino di piazza Puccini e dell’adiacente Teatro Puccini, spazi scelti per l’evento “Effimero picnic”, con spazi esterni che ospitano circa trenta opere, di diverse dimensioni e materiali, che il pubblico potrà scoprire girando intorno alle aiuole. Noi ci abbiamo fatto un giro all’opening, eccovi le immagini…

www.accademia.firenze.it

 

 

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community