Venezia, 72° Festival del Cinema. Dall’erotico al terroristico: Stacy Martin per Nicolas Saada, dopo Lars Von Trier

Dopo le erotiche gesta consumate sul set di Nymphomaniac, Stacy Martin si ritrova sul set di un film che affronta il tema del terrorismo. Una pellicola firmata da Nicolas Saada, tra le migliori di quest'anno a Venezia

Print pagePDF pageEmail page

L’ultima volta l’avevamo vista darsi da fare di mano e di bocca sul set di Lars Von Trier. Oggim quando l’abbiamo incontrata nello spazio Movie Star dell’Hotel Villa Laguna di Venezia, ci ha fatto un’impressione nuova. Stiamo parlando di Stacy Martin, che dal set Nymphomaniac è arrivata al thriller terroristico, Taj Mahal, ispirato a un episodio realmente accaduto.

Taj Mahal

Taj Mahal

Il francese Nicolas Saada, che firma la regia, ci ha raccontato le difficoltà produttive che ha dovuto affrontare per la realizzazione del film. La sua intenzione era quella d concentrarsi sulle persone e sui cambiamenti subiti, in seguito a queste situazioni traumatiche. In particolare, la protagonista diciottenne in una notte passa brutalmente dall’adolescenza all’età adulta.
Nicolas Saada prima di girare il film ha incontrato i protagonisti dei fatti: un fatto che è stato fondamentale per la resa realistica della pellicola. Una delle più convincenti passate quest’anno in laguna.

Federica Polidoro

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community