Venezia, 72° Festival del Cinema. Arianna, una storia di androginia firmata Carlo Lavagna

Sobrio e intenso il film di Carlo Lavagna dedicato a un tema forte: si parla di androginia e identità sessuale con la protagonista di "Arianna". Immagini e interviste, dai primi giorni del festival

Print pagePDF pageEmail page

Arriva oggi a scuotere le giornate degli autori il film di Carlo Lavagna, regista e produttore di documentari, pubblicità e cortometraggi d’arte. Carlo collabora stabilmente con Nowness.com, Vogue, Dazed Digital, New York Times. Dopo gli spot per Valentino, Bulgari, Stefanel e Gucci, ha lavorato per emittenti europee e americane: PBS, VH1, RAI, VBS (Vice TV), SVT. Adesso approda a lido di Venezia a scuotere l’opinione pubblica col tabù dell’ermafroditismo.

Arianna, di Carlo Lavagna

Arianna, di Carlo Lavagna

Tema che affronta con sobria rarefazione in Arianna, lasciando lo spettatore attonito, proprio come la protagonista, interpretata dall’androgina Ondina Quadri, che man mano vede riaffiorare i ricordi di un’identità sessuale rinnegata.
Prima di trovare i fondi per completare la pellicola, poi accordati col massimo del punteggio dal programma di finanziamenti Mibact, Carlo aveva montato un suggestivo promo di alcuni minuti, di cui qui riproponiamo alcuni estratti.

Federica Polidoro

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community
  • Lino

    chi ricorda il film Xxy?

    • Federica Polidoro

      Ciao Lino,
      é il primo film che ci ha citato Caviglia infatti : ).