Venezia, 72° Festival del Cinema. Film barocco e partenopeo per Giuseppe Gaudino e una Valeria Golino superba

Quarto e ultimo film italiano in concorso, l'opera diretta da Giuseppe Gaudino si avvale di un immaginario potente e un cast di interpreti generosi. A cominciare da Valeria Golino, che spicca sul set e nell'incontro con la stampa a Venezia.

Print pagePDF pageEmail page

Si chiude il concorso con il quarto film italiano, Per amor vostro di Giuseppe Gaudino, una pellicola kitsch ma molto coerente, con una Valeria Golino da Coppa Volpi.
Una storia di rivincita e miracoli, girata in bianco e nero con inserti dipinti dove appaiono madonne, inferni e tempeste. Dove la morte è come nell’iconografia barocca e l’uomo è sempre nero, si parla napoletano e si cantano le canzoni del Quartetto Cetra.

Valerio Golino in Per amor vostro di Giuseppe Gaudino

Valerio Golino in Per amor vostro di Giuseppe Gaudino

Statuaria oggi la Golino durante l’incontro con la stampa, nella sua eleganza e semplicità splendeva come una vera diva di Hollywood. Tutti gli occhi solo per lei. E qualcuno anche per Adriano Giannini, il fascinoso figlio d’arte con l’occhio verde killer e il timbro di voce più bello del doppiaggio italiano (eccezion fatta per papà, ovviamente).
Eravamo proprio lì mentre accadeva tutto: ecco il nostro incontro con questo folle, caloroso cast.

Federica Polidoro

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community
  • Roberto

    Bellissimo servizio, domande precise ed intelligenti