Monza dà il benvenuto a un nuovo spazio per l’arte contemporanea. Che inaugura in un’abitazione privata con una collettiva sul tema del post-human‏

Print pagePDF pageEmail page

Monza

Monza

Ha un acronimo che strizza l’occhio ai grandi musei italiani, ma non è un museo. M.AR.CO. è uno spazio espositivo privato per l’arte contemporanea che inaugura a Monza il 3 settembre, nei giorni in cui la città sarà presa d’assalto da migliaia di appassionati del Gran Premio d’Italia di Formula 1.
Il nuovo spazio espositivo si propone alla cittadinanza a distanza di un anno circa dalla riapertura della restaurata Villa Reale e dei Musei Civici. “Un insieme di persone che hanno il comune intento di voler divulgare l’arte contemporanea e vuole farlo partendo dalla città di Monza (…) che vive oggi uno dei momenti culturali più importanti che la città abbia mai avuto”: così si annuncia il M.AR.CO., che sta per Monza Arte Contemporanea.
Lo spazio esordisce in una casa privata in via Quintino Sella: i due piani dell’abitazione, assieme alla cripta sottostante e al giardino esterno, ospiteranno – sino al 6 settembre – la prima mostra collettiva dal titoloVertical Limits: research on post-human. La mostra comprende artisti affermati, emergenti ma anche artistar (nell’elenco degli artisti figurano anche Keith Haring e Damien Hirst, quest’ultimo con una stampa fotografica di For the Love of God). Dalla pittura alla fotografia, dalla scultura all’installazione, il tema comune è l’attrazione dell’uomo per l’ignoto e la conseguente ricerca dei superamenti dei limiti dell’essere umano e dell’universo che lo circonda.
Ecco l’elenco completo degli artisti in mostra: Arianna Uda, Armin Linke, Bernardì Roig, Bertozzi e Casoni, Damien Hirst, Daniele Carpi, Eltjon Valle, Greg Colson, Jacopo Mazzetti, Maria Lucrezia Schiavarelli, Mario Scudetti, Nicus Lucà, Paolo Grassino, Patrizia Emma Scialpi,The Bounty Killart, Tom Sachs, Vic Muniz e Keith Haring.

Marta Pettinau

Vertical Limits: research on post-human
Opening giovedì 3 settembre 2015
M.AR.CO., Via Quintino Sella 1, Monza

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community