Appuntamento a Firenze. Tra antico e contemporaneo

La splendida città lambita dall’Arno si prepara ad una ricca stagione di eventi, inaugurata, nel week end appena iniziato, da una serie di appuntamenti che uniscono tradizione e attualità, arte moderna e grandi nomi contemporanei. Ecco qualche spunto per non perdersi.

Print pagePDF pageEmail page

Veduta della Grotta, in un cortile interno di Palazzo Corsini

Veduta della Grotta, in un cortile interno di Palazzo Corsini

TRA ANTICO E CONTEMPORANEO
Manca solo una manciata di ore all’apertura al grande pubblico della Biennale Internazionale dell’Antiquariato di Firenze (BIAF), giunta alla ventinovesima edizione, ma l’intera città è già pronta ad accogliere appassionati e addetti ai lavori con un intenso programma di mostre ed eventi, che approfondiranno il legame tra antico e contemporaneo alla base della rassegna antiquaria di quest’anno. Come di consueto, infatti, BIAF agirà da catalizzatore di appuntamenti artistici, al via nel medesimo periodo. Ospitata nella splendida cornice di Palazzo Corsini, la Biennale dell’Antiquariato riunirà 88 mercanti d’arte antica e moderna, di cui 27 stranieri, offrendo una selezione di grandi nomi internazionali – fra cui De Jonckheere, Cesare Lampronti, Robilant+Voena e Bacarelli Antichità, cui si affiancherà un gruppo di illustri new entry come Otto Naumann Ltd e Dr. Joern Guenther Rare Books AG. A riprova dell’apertura verso il moderno, esporranno per la prima volta anche la Galleria Tega di Milano, la Galleria d’Arte Frediano Farsetti e la Tornabuoni Arte di Firenze, Milano, Parigi, che si aggiungono al ritorno di Sperone Westwater di New York. Da domani, sabato 26 settembre, al 4 ottobre, le sontuose sale di Palazzo Corsini – rese ancora più d’impatto dall’intervento del regista e scenografo Pierluigi Pizzi – porteranno l’antico nel presente, lungo un dialogo che si riverbera anche negli eventi “collaterali” della rassegna.
È ben ancorato all’oggi il protagonista di In Florence, l’attesa saga curata da Sergio Risaliti e dedicata al rapporto tra l’eredità artistica custodita da Firenze e le spinte creative contemporanee. A partire da oggi, venerdì 25 settembre, sarà l’inossidabile Jeff Koons ad interagire con due luoghi chiave dell’architettura e della tradizione artistica fiorentina: Palazzo Vecchio e Piazza della Signoria. La Sala dei Gigli di Palazzo Vecchio ospiterà Gazing Ball (Barberini Faun) – recentemente presentata a Bilbao –  un tributo all’antico Fauno Barberini, mentre la gigantesca scultura Pluto and Proserpina dominerà l’arengario di Palazzo Vecchio, grazie allo sfavillio dell’acciaio inox e della cromatura dorata.

Fabio Viale, Infinito, 2015, marmo nero, cm 83 ø  x 25, courtesy Galleria Poggiali e Forconi

Fabio Viale, Infinito, 2015, marmo nero, cm 83 ø x 25, courtesy Galleria Poggiali e Forconi

TRA MUSEI E GALLERIE
Si torna al moderno con l’altro imperdibile appuntamento espositivo in programma fino al 24 gennaio 2016 a Palazzo Strozzi. Bellezza divina tra Van Gogh, Chagall e Fontana porta nel capoluogo toscano oltre cento opere di rinomati artisti italiani – tra cui Casorati, Fontana, Guttuso, Severini, Vedova – e internazionali come Chagall, Ernst, Matisse, Millet, Munch, Picasso, Rouault e Van Gogh. Attraversando epoche e stili, questi artisti condividono la riflessione sul legame che collega arte e sacralità, tra la fine dell’Ottocento e la metà del secolo scorso.
Sempre di tradizione si parla alla Galleria Poggiali e Forconi, ma in chiave contemporanea. Lo spazio espositivo inaugurerà domani, sabato 26, la mostra personale del piemontese Fabio Viale, autore di opere scultoree in marmo di Carrara. Lontano dalla pura classicità, Viale spiazza lo sguardo capovolgendo gli oggetti quotidiani, in un reticolo di segni e nuovi significati.
Una scultura marmorea elegantemente moderna come quella di Carlo Zauli sarà invece al centro della rassegna che da oggi, venerdì 25, trova spazio presso Flair Florence.
Sempre oggi, l’imprescindibile dialogo tra passato e presente sarà spinto alle estreme conseguenze visive da Aria Art Gallery, che inaugura Timelessness, una riflessione sul confronto tra la storia e l’attualità. Dipinti cinque-secenteschi affiancheranno opere contemporanee, come ad esempio la pittura di Luca Giordano e Toiletpaper di Maurizio Cattelan e Pierpaolo Ferrari.
Sulla linea di scambio fra tradizione e contemporaneità si colloca la mostra inaugurata giovedì 24 presso la Galleria Tornabuoni Arte nella sua sede fiorentina. Il Dado è tratto. Arte contemporanea italiana oltre la tradizione, a cura di Sergio Risaliti, accosta oltre quaranta opere di artisti come Afro, Boetti, Burri, Capogrossi, Castellani, Dorazio, Fontana, Kounellis, Melotti, Merz, Paolini, Pistoletto, Scheggi, Turcato, che attestano il superamento della tradizione figurativa post Anni Trenta del Novecento.
La celebrazione di una tecnica antica come la ceramica – declinata in chiave contemporanea – va in scena al Museo Marino Marini, con la mostra di Betty Woodman – curata da Vincenzo de Bellis – incentrata sulla straordinaria capacità dell’artista americana di reinventare la plasticità della ceramica grazie ad un approccio sperimentale. La prima personale del norvegese Fredrik Vaerslev in Italia completa l’offerta del museo nell’ambito di Inner Beauty, la mostra ideata per la Cripta dell’istituzione fiorentina.
La sede fiorentina di Eduardo Secci Contemporary porta in città – fino al 15 gennaio – l’opera di un artista sperimentatore, Alfredo Pirri, protagonista della mostra All’Orizzonte #2. Una serie di opere diverse per dimensioni e cronologia, accomunate dalla trasversalità tecnica e disciplinare, fra arte e architettura.

Ex Manifattura Tabacchi, Firenze

Ex Manifattura Tabacchi, Firenze

DI FESTIVAL IN FESTIVAL
L’intenso programma di eventi fiorentini conterà anche su un ricco calendario di festival in varie aree della città. Tempo Reale Festival, in partenza domani, sabato 26, giunge all’ottava edizione, con un titolo che anticipa imminenti sperimentazioni sonore – Rewind. Musiche non lineari. Fino al 10 ottobre, diversi luoghi cittadini, tra cui il Parco di Villa Vogel, la Limonaia di Villa Strozzi e la Ex Manifattura Tabacchi, caposaldo dell’archeologia industriale fiorentina, ospiteranno una decina di performance e concerti, oltre i confini del suono, della musica e della danza, come nel caso dei Kinkaleri.
Sempre domani, sabato 26, l’Associazione Mus.e, con il sostegno della Galleria Tornabuoni Arte, metterà in scena OPLÁ. Azione-lettura-teatro. Una performance urbana ideata e realizzata da Paolo Scheggi nel 1969 e riproposta proprio come allora per le vie del centro storico di Firenze.
Le quattro grandi lettere bianche della parola OPLA, torneranno per le strade fiorentine coinvolgendo nuovamente il pubblico in un suggestivo momento di condivisione.

Arianna Testino

Firenze // 26 settembre – 4 ottobre 2015
BIAF – Biennale Internazionale dell’Antiquariato di Firenze
PALAZZO CORSINI
Via del Parione 11
www.biaf.it

Firenze // 25 settembre – 28 dicembre 2015
Jeff Koons In Florence
a cura di Sergio Risaliti
PALAZZO VECCHIO, PIAZZA DELLA SIGNORIA

Firenze // fino al 24 gennaio 2016
Bellezza divina tra Van Gogh, Chagall e Fontana
a cura di Lucia Mannini, Anna Mazzanti, Ludovica Sebregondi, Carlo Sisi
PALAZZO STROZZI
Piazza degli Strozzi, 1
www.palazzostrozzi.org

Firenze // dal 26 settembre al 10 dicembre 2015
Fabio Viale +0|
GALLERIA POGGIALI E FORCONI
Via della Scala 35/A
www.poggialieforconi.it

Firenze // dal 25 settembre al 21 novembre 2015
Carlo Zauli
GALLERIA FLAIR FLORENCE
Lungarno Corsini 24 R

Firenze // dal 25 settembre al 25 ottobre 2015
Timelessness
ARIA ART GALLERY
Borgo Santi Apostoli 40
www.ariaartgallery.com

Firenze // fino al 28 novembre
Il Dado è tratto. Arte contemporanea italiana oltre la tradizione
GALLERIA TORNABUONI
Lungarno Benvenuto Cellini 3
www.tornabuoniarte.it

Firenze // fino al 28 novembre 2015
Betty Woodman
a cura di Vincenzo de Bellis
Fredrik Vaerslev – Inner Beauty
MUSEO MARINO MARINI
Piazza San Pancrazio
www.museomarinomarini.it

Firenze // fino al 15 gennaio 2016
Alfredo Pirri. All’Orizzonte #2
EDUARDO SECCI CONTEMPORARY
Via Maggio 51 R
www.eduardosecci.com

Firenze// dal 26 settembre al 10 ottobre 2015
Tempo Reale Festival
Sedi varie
www.temporeale.it

Firenze // 26 settembre 2015, ore 17
OPLÁ. Azione-lettura-teatro
Piazza Santa Maria Novella

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community