Elizabeth Aro. Los Otros in San Carpoforo

Ex Chiesa di San Carpoforo, Milano – fino al 28 agosto 2015. Un enorme mondo di feltro bianco contrasta con i pavimenti scrostati della chiesa sconsacrata. L’installazione fotografica che conferisce il titolo alla personale si risolve in un lungo corridoio di oscurità e alterità in scala 1:1. Dando vita a un percorso sulla distanza.

Print pagePDF pageEmail page

Elizabeth Aro - Los Otros – veduta della mostra presso l’ex Chiesa di San Carpoforo, Milano 2015 - photo Roberto Marossi

Elizabeth Aro – Los Otros – veduta della mostra presso l’ex Chiesa di San Carpoforo, Milano 2015 – photo Roberto Marossi

Los otros, a cura di Francesca Pasini, si sviluppa lungo l’asse della navata centrale di San Carpoforo, all’interno di spazi illuminati da una luce diffusa e poco introspettiva. Un ambiente non mediato da scenografie o da alvei fruitivi. La personale di Elizabeth Aro (Buenos Aires, 1961; vive a Milano) si presenta come un allestimento composto da ritratti fotografici di soggetti estatici, figure di uomini e donne su fondo nero che ascendono in direzione di Mundo, un enorme mappamondo di feltro bianco, di circa tre metri di diametro. Globo sulla cui superficie, per un mero effetto di prospettiva ideologica, i continenti si raggruppano nell’emisfero sud, segno di un’eterna, pura speranza di fusione socio-culturale. Sulla sinistra del lavoro sospeso, poco prima dell’abside centrale, gli onirici paesaggi di Estudio de Nubes, impenetrabili, proiettati su uno schermo, lasciano comprendere la natura organica, mutevole, dell’intero impianto costitutivo di questa personale, donandole un aspetto più evocativo, astratto.

Ginevra Bria

Milano // fino al 28 agosto 2015
Elizabeth Aro – Los Otros
a cura di Francesca Pasini
EX CHIESA DI SAN CARPOFORO
Via Marco Formentini 10
www.galleriamonopoli.com
www.gasart.it

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/47292/elizabeth-aro-los-otros/

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community