In Umbria nasce lo Spazio Kossuth: è a Città della Pieve il nuovo centro espositivo dedicato all’artista tedesco

Print pagePDF pageEmail page

Lo Spazio Kossuth a Città della Pieve

Lo spazio è evocativo e ricco di fascino, le rimesse dello storico Palazzo Vescovile di fine Settecento, a pochi passi dall’oratorio che ospita il famoso affresco con l’Adorazione dei Magi del Perugino. Ora, dopo 30 anni di chiusura, la cittadina umbra di Città della Pieve ne ricava un nuovo centro espositivo di grande prestigio: che prende il nome di Spazio Kossuth, in omaggio all’artista tedesco Wolfgang Alexander Kossuth, che è anche il protagonista della mostra inaugurale, curata da Vittorio Sgarbi e visitabile fino al prossimo 31 ottobre. Nelle cinque sale dello spazio sono esposte oltre 70 opere, tra quadri e sculture, che tracciano il lungo percorso artistico dell’artista scomparso nel 2009: dominante è la figura umana, per Kossuth fonte ispiratrice di infinite possibilità espressive. Le opere di Kossuth saranno l’anima del nuovo spazio culturale, che proporrà una serie di mostre annuali che avranno come tema i soggetti del suo lavoro. Il tema scelto – i miti, i ritratti, le opere religiose, il disegno, le fusioni a cera persa – verrà approfondito con ricerche ed elaborati, attraverso lo studio di opere di Kossuth e di altri artisti contemporanei, con le quali sarà realizzata la mostra annuale. Nella gallery, alcune immagini dell’opening…

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community