Urania Aste a Parma, e online, per la terza vendita dedicata al fumetto. Da Hugo Pratt a Guido Crepax, 300 pezzi da collezione per un settore di nicchia in crescita‏

Print pagePDF pageEmail page

Guido Crepax, illustrazione per la società Sistemi Boselli

Guido Crepax, illustrazione per la società Sistemi Boselli

Sabato 6 giugno a Parma si terrà la terza vendita all’asta della giovanissima e internazionale Urania Aste, firma fondata agli inizi del 2014 da Daniele Gardella con l’intento di divenire punto di riferimento per il mercato di tavole originali di fumetti e illustrazioni, un settore di nicchia in forte crescita anche nel nostro paese.
LiveAuctioneer e Drouot sono i canali online che consentiranno a collezionisti e appassionati italiani e internazionali di seguire in diretta la vendita all’incanto del prossimo 6 giugno, con un catalogo di oltre 300 lotti a ripercorrere i soggetti celebri della storia del fumetto, nati dall’immaginazione dei più noti autori italiani e internazionali, come Guido Crepax, Milo Manara, Vittorio Giardino, Andrea Pazienza, Magnus, Hugo Pratt.
Dell’artista milanese Guido Crepax saranno battute una rara illustrazione originale che ritrae la sensuale Valentina, e un’opera inedita creata per la copertina di un’edizione de Il cuore rivelatore di Edgar Allan Poe, stimata tra i 13-15.000 euro. Di Milo Manara, è in catalogo un’illustrazione del 1990 per la firma di lingerie Yamamay raffigurante la sua musa Miele (stima 14.500-17.000), e l’originale di copertina realizzato per L’uccello del sole di Wilbur Smith nel 1990 (3.600-4.000).
Tra gli altri lotti segnaliamo L’assalto al forte di Hugo Pratt del 1970, storia breve di otto pagine ambientata nel 1760 edita sul Corriere dei Piccoli; dello stesso autore, Mu del 1988, striscia originale realizzata per il 29° ed ultimo episodio della saga di Corto Maltese. Un delicato Snoopy affiancato dal suo amico Woodstock realizzato da Schulz, stimato 1.600-2.300 euro. Infine, un bozzetto di Averardo Ciriello per il manifesto del film Week-end a Zuydcoote con Jean-Paul Belmondo e Catherine Spaak del 1964 e un disegno di Bernie Fuchs per il film Five Days One Summer del 1982, con Sean Connery e Betsy Brantley.

 – Martina Gambillara

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community