Sarà Mary Rozell il nuovo capo della UBS Art Collection. Resta a una donna la guida di una delle collezioni più ricche del mondo

Print pagePDF pageEmail page

Mary Rozell (foto Timothy Mulcare)

Mary Rozell (foto Timothy Mulcare)

È una delle più importanti collezioni corporate di arte contemporanea nel mondo, con oltre 30mila opere realizzate da talenti emergenti e da artisti affermati negli ultimi 50 anni. Le opere, collocate in circa 837 sedi in 56 paesi in tutto il mondo, sono visibili al pubblico in occasione di mostre e prestiti museali. Diventa quindi una notizia se la UBS Art Collection – questa la raccolta in questione – ha un nuovo capo: si tratta dell’esperta di collezioni d’arte internazionali, storica dell’arte e avvocato Mary Rozell, che da settembre 2015 assumerà il ruolo di Global Head della collezione in sostituzione di Irene Zortea. che andrà in pensione alla fine dello stesso mese.
Negli ultimi sei anni Rozell ha diretto l’Art Business Program del Sotheby’s Institute of Art di New York e ha lavorato come consulente per collezioni d’arte private. È autrice del libro The Art Collector’s Handbook, pubblicato da Lund Humphries nel 2014. “Sono entusiasta di questa nuova sfida che mi porterà a gestire e ampliare una collezione di tale pregio“, ha dichiarato. “Lo straordinario impegno di UBS nei confronti dell’arte è unico nel suo genere e offre un’ampia piattaforma di coinvolgimento nel panorama artistico. Non vedo l’ora di lavorare con gli eccezionali curatori e gli esperti che amministrano la UBS Art Collection“.

www.ubs.com/art

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community