Ci sono lacrime. Lutto e speranza in galleria a Milano

Galleria Kaufmann Repetto, Milano – fino al 31 luglio 2015. Il lavoro site specific di Eva Rothschild affianca la terza personale di Latifa Echakhch. Per uno sguardo sull’oggi tutto al femminile.

Print pagePDF pageEmail page

Eva Rothschild, Middle Temple, 2015 - Courtesy of the artist and kaufmann repetto, Milano:New York - photo Courtesy of the artist and kaufmann repetto, Milano:New York

Eva Rothschild, Middle Temple, 2015 – Courtesy of the artist and kaufmann repetto, Milano:New York – photo Courtesy of the artist and kaufmann repetto, Milano:New York

Una bipersonale al femminile occupa gli spazi della sede milanese della Kaufmann Repetto. Nel cortile Middle Temple, un’installazione modulare site specific in alluminio di Eva Rothschild (Dublino, 1971): sono le sagome di due laptop, una critica alla feticizzazione dell’oggetto in salsa minimalista, non esattamente una novità. Poetico invece il lavoro di Latifa Echakhch (El Khnansa, 1974), there’s tears, in cui una serie di tele grigie si rivelano essere ricoperte di carta di giornale resa illeggibile. La neutralità apparente cela una reazione violenta ai contenuti dolorosi cui siamo sottoposti dai quotidiani, la volontà di cancellarli. E insieme rende materica l’indifferenza in cui la sovra-informazione continua dell’epoca del digitale sfocia, sbiadendosi in un nulla. A questi lavori sono affiancati gruppi di pesanti nuvole e ingranaggi neri, che scandiscono ritmicamente lo spazio della mostra.

Giulia Meloni

Milano // fino al 31 luglio 2015
Latifa Echakhch – there’s tears
Eva Rothschild – Middle Temple
KAUFMANN REPETTO
Via di Porta Tenaglia 7

02 72094331
[email protected]
www.kaufmannrepetto.com

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/44328/latifa-echakhch-eva-rothschild/

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community