Zero budget, due artisti emergenti e uno spazio espositivo sperimentale. Sono i numeri della mostra 1×1, la prima del neonato spazio milanese /77

Print pagePDF pageEmail page

Lo spazio /77, prima dei lavori di ristrutturazione

Lo spazio /77, prima dei lavori di ristrutturazione

1×1 non è una mostra collettiva né una bipersonale, è un progetto che nasce dalla stima reciproca di due artisti.” Si presenta così il secondo appuntamento e la prima mostra di arte contemporanea dello spazio /77, che ha recentemente aperto a Milano.
La formula è semplice: due artisti giovanissimi, un ambiente espositivo che è più una fucina di idee e studio di artisti, zero ansia del profitto, budget quasi inesistente e la voglia di sperimentare un dibattito concreto sulla ricerca artistica oggi.
Entrambi classe 1992, Guendalina Cerruti e Alessandro Moroni realizzano una mostra in cui i confini dell’autorialità del singolo e l’egotismo d’artista sono temporaneamente sospesi. Così Alessandro Moroni progetta wall painting e moquette per accogliere la pittura e le installazioni di Guendalina Cerruti. La trama formale e cromatica dello sfondo di uno incontra le superfici pittoriche e gli oggetti scultorei dell’altra, li contorna e ne influenza la percezione. Le due ricerche artistiche fluiscono libere nello spazio, lasciando che l’esperienza dell’incontro apra la strada a nuovi ed inaspettati esiti formali.
Durante l’inaugurazione, Alessandro Moroni completerà il suo intervento con una performance sonora, aggiungendo così allo sfondo visivo un sottofondo musicale che concorrerà a condizionare l’esperienza dello spazio e delle opere allestite.

Marta Pettinau

progetto77.tumblr.com

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community