Un hub per la creatività sotto l’Expo. Al via in Lombardia Triennale Xtra: architettura, arte e design diffusi con 11 mostre nei capoluoghi di provincia

Print pagePDF pageEmail page

Le Corbusier, Maison de la culture, Firminy, 1956 (Foto di Marco Introini) - Como

Le Corbusier, Maison de la culture, Firminy, 1956 (Foto di Marco Introini) – Como

La Triennale di Milano? In occasione di Expo diventa fuoriporta. Se la mostra Arts & Food ha trasformato lo storico edificio di viale Alemagna nell’unico padiglione ufficiale di Expo in città, le altre attività espositive prendono il largo coinvolgendo per i prossimi sei mesi tutte le principali città della Lombardia. Sono 11 le mostre di architettura, arte e design che il programma Triennale Xtra promuove nei capoluoghi di provincia lombardi con l’obiettivo di valorizzare luoghi e patrimoni solo apparentemente minori anche attraverso l’esaltazione del rapporto che lega la sede espositiva con la mostra ospitata.
L’invito è quello a una riflessione trasversale sul tema del territorio, che si parli di architettura autostradale o dei Sacri Monti di Varese e Ossuccio, dell’evoluzione del design legata al digitale o del lascito di Le Corbusier. Già inaugurata a Lodi la prima mostra in calendario – Giuliano Mauri Architetture dell’Immaginario, a cura di Studio Azzurro e Francesca Regorda -, antologica sull’opera dell’artista lodigiano scomparso nel 2009. Tutto il programma, nel link qui sotto…

– Giulia Zappa

Il programma completo di Triennale Xtra

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community