Il Ministro Dario Franceschini presenta in Val d’Orcia il progetto Itinerari. Treni vintage per un turismo di qualità

Print pagePDF pageEmail page

Franceschini alla stazione di Siena, foto Matteo Nardone

Franceschini alla stazione di Siena, foto Matteo Nardone

Un “viaggio nel tempo” attraverso alcuni dei paesaggi più belli d’Italia, a bordo di carrozze del 1929. Si tratta del “progetto itinerari”, promosso dal Ministero per i Beni e le attività culturali e del turismo e appena presentato in Toscana. “L’Italia è un museo a cielo aperto unico al mondo che i treni possono valorizzare”, ha detto il Ministro Dario Franceschini che, dopo aver firmato l’accordo Mibact – Regione Toscana presso la Stazione di Siena, è salito sul treno d’epoca per la conferenza stampa itinerante lungo il tragitto Siena-Asciano-Torrenieri/Montalcino-Monte Antico. Lo scopo? Promuovere il turismo slow rilanciando un modello di sviluppo competitivo per “treni non ad alta velocità ma ad alta panoramicità”, dice Franceschini, immaginando un percorso meraviglioso in cui le vecchie stazioni si trasformino in ostelli, trattorie o botteghe di artigiani…

Flavia Zarba

 

 

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community