Mostra di un fotoamatore. Paolo Vigevani agli Scavi Scaligeri

Scavi Scaligeri, Verona – fino al 10 maggio 2015. 134 scatti per quarant’anni di fotografia. Italo Zannier (ri)scopre l’opera di Paolo Vigevani.

Print pagePDF pageEmail page

Paolo Vigevani, Un saluto al ponte (Berlino 2010)

Paolo Vigevani, Un saluto al ponte (Berlino 2010)

La fotografia di Paolo Vigevani (Como, 1943), nata come passione dal 1968 e pubblicata solo dopo quarant’anni di immagini scattate in tutto il mondo, trova in questa mostra una consacrazione con 134 scatti, in bianco-nero e a colori, in analogico e in digitale. Le architetture visive, le linee, i molti riflessi e i forti contrasti trovano nel caos del paesaggio rappresentato un equilibrio compositivo spontaneo e consapevole. Le immagini sono sempre caratterizzate da un particolare circoscritto, da un elemento d’attrazione per l’autore, come i giochi che si creano tra specchi e vetri, ma anche con la presenza umana, nell’equilibrio e negli schemi nascosti. Definito dal curatore Italo Zannier “un fotoamatore”, Vigevani propone un riuscito connubio tra leggerezza ed armonia espressiva. Una fotografia semplice e, se pur a volte imperfetta, costruita con essenziale sapienza.

Terry Peterle

Verona // fino al 10 maggio 2015
Paolo Vigevani – Quando l’occhio diventa una spia
a cura di Italo Zannier
SCAVI SCALIGERI
Piazza Viviani
045 8077532
[email protected]
scaviscaligeri.comune.verona.it

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/43114/paolo-vigevani-quando-locchio-diventa-una-spia/

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community