Cinema, arte contemporanea e cooperazione interculturale. Ultimi giorni per il Festival del Cinema Europeo di Lecce. Proiezioni, premi, tavole rotonde

Print pagePDF pageEmail page

Faith Akin

Faith Akin

Ultime battute per il Festival del Cinema Europeo, in corso a Lecce fino al 18 aprile, al Cinema Multisala Massimo. Il dialogo tra le culture e l’integrazione, promossi attraverso l’arte cinematografica, restano l’architrave tematico della manifestazione, giunta alla sua 16a edizione. Dopo gli incontri e le premiazioni con l’Ulivo d’Oro di alcuni tra i registi contemporanei più innovativi nell’ambito del cinema europeo, quali Bertrand Tavernier e Faith Akin, arriva l’omaggio a due attrici italiane, impegnate fra teatro e tv: Milena Vukotic e Paola Cortellesi, anch’esse premiate con l’Ulivo d’Oro. Variegato il programma, come sempre: oltre al concorso di lungometraggi europei – in cui vengono presentati film in lingua originale e in anteprima nazionale – è prevista la presentazione del Premio Lux del Parlamento Europeo, oltre alla sezione “Short Matters”, dedicata ai cortometraggi europei. Spazio anche alla promozione del cinema italiano, con una vetrina dedicata al Centro sperimentale di Cinematografia e alla valorizzazione del cinema dei giovani registi: anche qui due premi, uno intitolato a Mario Verdone, l’altro a Emidio Greco, riservato ai cortometraggi di autori under 30.

Paola Cortellesi

Paola Cortellesi

La comunicazione interattiva e la compenetrazione tra arte, tv e cinema, in un’ottica di cooperazione interculturale tra i Paesi dell’area adriatica, è stato il tema portante della giornata-evento di giovedì 16 aprile, organizzata dall’ “arTVision TV crews Adriatic network” e dalla Regione Puglia, con tanto di proiezioni video e una tavola rotonda con esperti di cinema, tv e arte. Hanno conversato di “Cinema, Tv e arte: connessioni, narrazioni, crossover” i partecipanti al dibattito, moderato da Bruno Zambardino, docente di Economia dei Media dell’Università La Sapienza di Roma: nel parterre, tra gli altri, Maurizio Sciarra, presidente della Fondazione Apulia Film Commission; Rosalba Branà, direttrice della Fondazione Pino Pascali di Polignano a Mare; Silvano Manganaro, segretario generale e curatore della Fondazione Volume di Roma; Massimo Torrigiani, coordinatore del comitato scientifico PAC di Milano.
Proiettati infine gli short movie realizzati dai partner di “arTVision” in Albania, Croazia e Veneto:  “Dimension” di Mirela Oktrova e Edmond Topi, “Delta – An Affluence of Art” di Marin Lukanović, “La parola, lo sguardo, il gesto. Ritratto di tre giovani artiste venete” di Chiara Andrich, oltre all’ anteprima degli short movie realizzati in Puglia: “Odissea Dandy” di Giuseppe Tandoi, “Contro natura” di Alessandro Piva, “Le pareti di vetro” di Vito Palmieri.

 – Cecilia Pavone

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community